Home -> Venezia -> Il corpo ritrovato a Romanziol è l'escursionista di Spinea scomparso a Sappada

Il corpo ritrovato a Romanziol è l'escursionista di Spinea scomparso a Sappada

Gli investigatori sono riusciti a dare un nome ai poveri resti trovati da un cacciatore nella golena del Piave a fine novembre in località Romanziol di Noventa.

Grazie all’esame del DNA è arrivata la conferma, si tratta di Mattia Bon, il 45enne escursionista di Spinea scomparso l’11 settembre sui monti sopra Sappada.
I suoi resti sono stati trascinati, a causa della piena del Piave, a 200 chilometri dal luogo della sua scomparsa.

Le ricerche di Mattia Bon sono proseguite fino al 16 settembre con l’impiego di oltre una quarantina di uomini del Soccorso Alpino, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco sulla zona tra il Monte Siera, Casera Geu e Casera Tuglia, con incursioni a Forcella Creta Forata e Cima Dieci.

Alla sua identificazione gli investigatori sono arrivati incrociando le denunce di scomparsa e l’abbigliamento ancora presente sui poveri resti.
L’autopsia ha stabilito che la morte è avvenuta per annegamento.
La salma è stata restituita ai famigliari per le esequie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*