Treviso

Il 42enne pusher italiano della coca incastrato dai Carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castelfranco Veneto hanno trasferito in carcere a Padova il 42enne Andrea Bertoncello, di Cittadella.
All’obbligo di dimora dall’ottobre dell’anno scorso per fatti di droga, in realtà il 42enne non aveva mai nemmeno rallentato la sua vivacissima attività di spaccio.

Ad un prezzo variabile tra gli 80 e i 100 Euro al grammo, riforniva di cocaina clienti del padovano come della Marca trevigiana.
Un’attività fiorentissima, quella del Bertoncello: centinaia le cessioni di droga documentate dagli investigatori dal 2018 ad oggi (nel caso di un solo cliente addirittura 300 in poco meno di due anni).
Spazzio che avveniva nell’abitazione dell’indagato, ma anche in bar ed esercizi commerciali di Galliera Veneta, San Martino di Lupari e Castelfranco Veneto.

Ora, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Padova, dopo le indagini coordinate dal Pubblico Ministero Dott. Roberti della Procura della Repubblica patavina.
Un’indagine lunga, quella nei confronti del 42enne, finito all’attenzione dei Carabinieri un paio d’anni fa, mentre a ridosso del Ferragosto scorso i militari dell’Arma lo arrestarono in flagranza a S. Martino di Lupari, trovandolo con 21 grammi di cocaina, 3 di marijuana, telefoni cellulari e materiale per il confezionamento della droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button