Venezia

Identificato e denunciato un 31enne che lavora a Jesolo perchè ha aggredito a Roma due ragazzi gay che si baciavano

È stato identificato e denunciato dalla Polizia, grazie alle indagini congiunte tra il Distretto Aurelio di Roma e la Polaria di Venezia, l’uomo che il 26 febbraio scorso aveva aggredito una coppia all’interno della stazione metro di Valle Aurelia.

Si tratta di un romano di 31 anni, con precedenti di polizia.
A seguito della denuncia da parte delle vittime, gli agenti della Capitale hanno avviato le indagini acquisendo le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza.

Il video diffuso sui media nazionali, sui social e sui siti on line, ha permesso ad un agente della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia di Frontiera presso l’aeroporto di Venezia, di riconoscere l’aggressore.

Il poliziotto ha infatti ricordato come nella stessa mattina del 26 febbraio, lo stesso uomo si era reso protagonista con una donna alla sala partenze dell’Aeroporto “Marco Polo” di Venezia, dove il 31enne aveva per il volo per la Capitale.

Era intervenuta una pattuglia della Polizia Aeroportuale, che lo aveva identificato.
L’uomo poi era andato in stazione a Mestre dove ha preso il treno per Termini dove è giunto alle 21,35 per poi prendere la metropolitana.

L’uomo lavora a Jesolo, e proprio qui, ieri sera, è stato individuato e denunciato.

Le volanti infatti, informate della presenza dell’uomo sul territorio jesolano si sono messe sulle sue tracce, fino a quando, sono riuscite ad individuarlo, riconoscendolo per strada mentre era in compagnia di alcuni amici.
Il 31enne è stato riconosciuto dalle vittime. E’ stato deferito all’Autorità Giudiziaria per lesioni aggravate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button