Pordenone

Guida & alcol/34enne barista distrugge l’auto finendo fuori strada: in corpo 5 volte l’alcol consentito

Negli ultimi giorni, i carabinieri hanno denunciato nel pordenonese 5 persone pizzicate al volante alterate dall’alcol.
Purtroppo, in più di qualche caso la cosa ha coinciso con incidenti e corse fuori strada.
Un 51enne di Fontanafredda, pluripregiudicato e disoccupato, si è fatto trovare dai carabinieri di Polcenigo, ubriaco al…manubrio di una bicicletta. Erano passate le 2 di notte di sabato 12 giugno e lui zigzagava per Via San Giovanni di Polcenigo.
L’etilometro gli ha misurato un tasso alcolico di 1,88 che ha significato la denuncia in stato di libertà per guida sotto l’effetto dell’alcol.

Domenica scorsa intorno alle 20 invece, in Via Duca D’Aosta a Fontanafredda, il caso ha voluto che si scontrassero due auto con a bordo persone di Polcenigo.
Una mercedes classe A guidata da una 44enne e una Seat Cordoba con alla guida un 79enne che aveva al suo fianco la moglie di 75 anni.
Si è trattato di un tamponamento: la signora non aveva rispettato le distanze di sicurezza finendo addosso all’auto dei due anziani che per fortuna se la sono cavata con solo qualche escoriazione.
La 44enne ha poi misurato all’etilometro 1,15 G/l di alcol, vedendosi ritirare immediatamente la patente.

Viaggiava su una Mercedes classe A anche la 34enne barista pordenonese che intorno alle 22.30 di lunedì 14 giugno, alla guida alterata dall’alcol, finiva fuori strada e addosso al muro di recinzione della Cbc di Via San Rocco a San Quirino.
Lei, per fortuna, se l’è cavata con due giorni di prognosi, ma l’auto è da buttare per i gravi danni subiti (per questo non è stata anzi nemmeno sottoposta a fermo amministrativo).
La giovane si è vista invece ritirare la patente: il suo tasso alcolico era infatti 5 volte il limite: 2,51 g/l.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button