Pordenone

Grandi numeri alla mezza maratona di Brugnera

Eccezionali prestazioni tecniche hanno illuminato la 22esima edizione della Maratonina di Brugnera, classica sui 21,97 km che ha di fatto riaperto la stagione podistica su strada in Friuli.

Spiccano soprattutto i clamorosi risultati della gara femminile, con la sfida all’ultimo metro tra l’etiope Addisalem Belay Tegegn (Atl.Saluzzo) e la ruandese Clementine Mukandanga (Virtus Lucca) che ha portato entrambe a scendere sotto il record della corsa, fermo da ben 16 anni.

L’etiope aveva avuto una partenza fulminante viaggiando per 12 km da sola prima di essere raggiunta dalla rivale, oi le due africane hanno proceduto insieme giocandosi la vittoria in volata.
Alla fine l’ha spuntata la Tegegn, cogliendo un grande risultato in quella che fino allo scorso anno era la sua città e la sede della sua squadra: 1h12’02” il tempo finale con la Mukandanga che a 36 anni ha chiuso ad appena 2”.
Terza posizione per la burundiana Cavaline Nahimana (Libertas Unicusano Livorno) in 1h14’52”, quarta la prima delle italiane, Francesca Tonin (Corradini Excelsior) in 1h21’38”.

Il riscatto azzurro è arrivato dalla prova maschile dove l’azzurro dei 3000 siepi Abdoullah Bamoussa allunga la sua serie di successi portandola a 4, cogliendo la vittoria a 3 anni dal suo ultimo centro nella sua città d’adozione.
Il portacolori dell’Atl.Brugnera Friulintagli, società organizzatrice della corsa, ha fatto fermare i cronometri su 1h05’10”, suo nuovo primato personale, precedendo di appena 3” il ruandese Jean Baptiste Simuneka (Gs Orecchiella) e di 4” il kenyano Joash Kipruto Koech (Gp Parco Alpi Apuane).

A portare a termine la mezza sono stati ben 633, un numero considerevole considerato il difficile momento, basti pensare che è circa il doppio di quanto fatto registrare nelle ultime edizioni prima del forzato stop dello scorso anno.

Nella prova sui 7.097 km, pari a un solo giro del circuito cittadino, prima posizione per Samuel Demetz (Sportclub Merano) in 21’59” e per Giulia Vettor (Cus Parma) in 26’10”, con 209 atleti al traguardo.

Un’edizione che rimarrà impressa nella memoria di molti, merito della collaborazione che la società ha avuto da parte del Comune di Brugnera in primis, della Pro Loco Brugnera, della Protezione Civile, dei Vigili della Municipale, degli Alpini, dell’AFDS Amatori Calcio e dei tanti dell’Atl.Brugnera che hanno contribuito a realizzare una bellissima giornata di sport nel pieno rispetto dei protocolli previsti, dimostrando a tutti che si può allestire un grande evento podistico in piena sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button