Friuli Venezia Giulia

Portati in salvo gli alpinisti bloccati sul Monte Zermula: provati e infreddoliti, ma salvi

Paularo (Ud) – AGGIORNAMENTO

Sono stati tratti in salvo alle 9.20 entrambi gli alpinisti. La notizia è arrivata poco fa dalla centrale operativa del Soccorso Alpino. Uno alla volta sono stati recuperati da un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino imbarcato sull’elicottero dell’esercito UH90 partito da Casarsa della Delizia alle 4 del mattino.

L’elicottero, dopo vari tentativi infruttuosi a causa della scarsa visibilità, ha verricellato il tecnico di elisoccorso direttamente in parete e con due rotazioni ha prelevato da questa, uno alla volta, i due alpinisti. Sul posto, dalle 8, anche l’elicottero della Protezione Civile. 

Ora si trovano entrambi molto provati e infreddoliti alla Casera Cason di Lanza assieme ai soccorritori in attesa dell’arrivo dell’ambulanza che valuterà le loro condizioni di salute.

Gli alpinisti lombardi ieri sera si erano trovati in difficoltà lungo la parete Nord del Monte Zermula.
Avevano chiesto aiuto verso le 20.30 con un messaggio WhatsApp spedito ai loro parenti lombardi che poi hanno contattato il bed and breakfast che avrebbe dovuto ospitarli in zona.
Quest’ultimo ha chiamato il Nue112 e la Sores ha allertato il Soccorso Alpino, stazione di Forni Avoltri, che ha poi individuato i due.

Nella notte le pessime condizioni meteo e la scarsa visibilità hanno impedito ai soccorritori di avvicinarsi alla parete.
Dalle 6 di stamani si è tentato il soccorso con un elicottero militare, ma nei primi tentativi il velivolo non era riuscito ad avvicinarsi abbastanza, a causa del continuo chiudersi e riaprirsi a tratti della visibilità.
Con le prime luci del giorno erano partite anche le squadre a piedi.
I due alpinisti erano andati per la “via di destra” in cordata e poi, invece di scendere per la via normale dalla cima, hanno deciso di tornare indietro in corda doppia, rimanendo bloccati in un canale: si trovano all’incirca a metà parete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button