Venezia

GdF Venezia: giro di vite su “scattolettisti” e spacciatori in centro

La Guardia di Finanza di Venezia ha messo fine all’esercizio del gioco abusivo esercitato dagli “scatolettisti” posizionati nei luoghi chiavi di Venezia.
I Baschi Verdi della Compagnia Pronto Impiego sono intervenuti in 3 luoghi in cui operavano dei cittadini macedoni: a ridosso del Ponte degli Scalzi, del Ponte delle Guglie e del Ponte dell’Accademia.
Questo sono i luoghi dove è più facile esercitare la pratica grazie a vedette posizionate, una per ogni accesso al ponte, mentre altri attirano i turisti e, contestualmente, esercitano materialmente il gioco.
In disparte resta, invece, chi conserva il bottino guadagnato, pronto a fuggire in caso di arrivo delle Forze dell’ordine.
A carico dei soggetti sono stati elevati verbali fino a 1.000 euro.

Sempre la Guardia di Finanza con le unità cinofile del Gruppo di Tessera hanno intensificato i controlli contro lo spaccio di stupefacenti sempre sul Centro storico.
4 gli stranieri denunciati e trovati in possesso di cocaina e hashish, per oltre mezzo etto, nonché di 3 mila euro in contanti frutto di spaccio.
Inoltre, 1 tunisino senza permesso di soggiorno, con 23 dosi di cocaina, è stato accompagnato a Gradisca per le procedure di rimpatrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button