Friuli Venezia Giulia

Fvg/La regione destina 28 milioni a fondo perduto per le partite Iva

“Solo le montagne restano ferme. Un’Amministrazione che vuole fornire risposte concrete, soprattutto in una fase emergenziale in continua evoluzione, deve infatti essere attenta alle esigenze manifestate proprio da quegli operatori economici che si sta cercando di aiutare”.

Lo affermano in una nota congiunta i gruppi consiliari di Progetto Fvg/Ar e Forza Italia, riferendosi “alla decisione della Giunta regionale di spostare i fondi, inizialmente destinati al taglio del 20% dei canoni di locazione, a favore dei capitoli di contribuzione previsti dal ddl 90, approvato ieri pomeriggio dall’Aula”.

“Con il ddl e lo stanziamento iniziale di 28 milioni di euro sarà possibile fornire una boccata di ossigeno a circa 30mila partite Iva della regione. Cifre importanti – prosegue la nota – a favore degli operatori dei settori ricettivo, turistico, commercio e servizi, alle quali si accompagnano i fondi non utilizzati per l’abbattimento dei canoni d’affitto”.

“In questo modo e dopo un attento confronto con le categorie – concludono i due gruppi consiliari – la Giunta ha deciso di concentrare risorse sulla misura a fondo perduto che, se accompagnata dal minimo formalismo burocratico e della pronta liquidazione, sarà quell’oggettivo contributo di denaro vero assolutamente necessario per affrontare il difficile momento economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button