Home -> Treviso -> Focolai Covid nel trevigiano: nuova tornata tamponi alla RSA Bon Bozzolla: 2 nuove positività. Un ospite e un’operatrice, asintomatici

Focolai Covid nel trevigiano: nuova tornata tamponi alla RSA Bon Bozzolla: 2 nuove positività. Un ospite e un’operatrice, asintomatici

Conclusa questa notte la lettura della seconda tornata di tamponi su ospiti e operatori della Casa di Riposo Bon Bozzolla di Farra di Soligo.
Dai 240 test effettuati ieri sono emersi due nuovi positivi, un ospite e un’operatrice.
Entrambi asintomatici, l’anziano prosegue l’isolamento già attivato dopo il primo caso, mentre la seconda lo effettua a domicilio.

“Le due nuove positività – spiega il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi – sono riferibili allo stesso nucleo della struttura in cui erano emersi i casi precedenti e, dunque, non sono motivo di preoccupazione.
La Direzione della Rsa aveva già adottato tutte le adeguate misure precauzionali, isolando gli ospiti della sezione interessata e intensificando le misure precauzionali anche con gli operatori.
Al fine di tenere costantemente monitorata la situazione il Bon Bozzolla sarà oggetto, fino al completo rientro della situazione, di screening più ravvicinati rispetto a quelli mensili che riguardano le altre Rsa.
Un nuovo giro di tamponi sarà effettuato nell’arco di una decina di giorni”.
Complessivamente il cluster del Bon Bozzolla ha fatto registrare, ad oggi, 12 positività al Covid, tutte riconducibile allo stesso nucleo: nove riferite ad ospiti (uno dei quali, un 96enne affetto da gravi patologie, deceduto all’ospedale di Treviso) e tre a operatori.

Un secondo cluster è emerso nell’Ulss 2, nell’ultima settimana, a seguito della positività rilevata in una coppia di anziani coniugi: sintomatici, sono entrambi ricoverati.
L’indagine epidemiologica a loro collegata ha evidenziato, complessivamente, altre sette positività (due badanti, il figlio di una di loro, e quattro familiari della coppia di anziani).

Il SISP dell’Ulss 2, nell’ambito delle indagini epidemiologiche relative a positivi e contatti, è stato allertato ieri dall’Ulss 1 in relazione all’operatore della Casa di Riposo “Luigi Barzan” di Longarone, risultato positivo.
Saranno identificate e testate le persone che hanno partecipato con lui a una cena nel Vittoriese.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*