Treviso

Finti poveri/Non versa le ritenute dei dipendenti: la Finanza gli sequestra beni per 740 mila euro

Formalmente risultava essere un “Nullatenente” ma, come ha dimostrato la Guardia di Finanza di Vittorio Veneto, in realtà non era la sostanza che gli mancava.

Protagonista della vicenda è il legale rappresentante di un’azienda del settore metalmeccanico: una società di capitali del vittoriese che aveva omesso di versare all’Erario le ritenute operate sui redditi dei dipendenti.

I Finanzieri hanno poi scoperto che non erano i fondi che gli mancavano, ponendo sotto sequestro sette fabbricati, tre terreni e disponibilità finanziarie per un valore che supera i 740.000 euro.

Lui, Amministratore unico nonché legale rappresentante della società, è stato segnalato per reati tributari alla Procura delle Repubblica di Treviso.

I beni sottoposti a sequestro preventivo copriranno la somma evasa.

Inutile dunque il tentativo dell’imprenditore di risultare povero: i Finanzieri hanno dimostrato, infatti, che aveva trasferito solo formalmente le sue proprietà immobiliari ad un prestanome, e che i canoni delle locazioni venivano sistematicamente accreditati sui conti correnti di un’agenzia d’affari compiacente che poi glieli riversava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button