Venezia

Finti pescatori…camuffati per spacciare in tranquillità

Nella tarda serata di venerdì, gli agenti del Commissariato di Mestre hanno arrestato due uomini per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

E’ successo nell’area del Bosco Osellino.
I due, un italiano di 32 anni e un moldavo di 30, erano stati notati mentre facevano finta di pescare nei pressi del torrente: la “pesca” era solo un escamotage per incontrare i propri “clienti”, consumatori di stupefacenti.

Il susseguirsi di persone che si avvicinavano ai due finti pescatori non è sfuggito agli investigatori che dunque sono passati all’azione: se i pusher si erano camuffati da pescatori, gli agenti hanno scelto di travestiti da operatori ecologici.

Dopo aver fermato un ventenne veneziano con 5 grammi di eroina che confessava di aver appena acquistato, gli agenti si sono diretti verso i due soggetti.
Trovando quello che cercavano: sono stati sequestrati loro 60 grammi di eroina, 10 di cocaina, un migliaio di euro in contanti e diversi attrezzi necessari allo spaccio.

Ora i due finti pescatori sono agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button