Treviso

Finisce in carcere l’aggressore di 3 domenicane

I Carabinieri di Montebelluna, hanno fatto scattare le manette ad un 35enne di origini nigeriane, senza fissa dimora, ritenuto gravemente indiziato del reato di rapina aggravata e lesioni personali.

La vicenda risale alla sera del 2 marzo scorso, quando i militari sono intervenuti a seguito di una richiesta pervenuta da un’abitazione dove tre donne di origini domenicane erano state aggredite da parte di uno sconosciuto.

Le indagini hanno appurato come il 35enne conoscesse almeno due delle tre dominicane e si fosse presentato a casa loro prima in maniere gentili per poi improvvisamente strappare di mano il telefono cellulare e un braccialetto d’oro ad una delle tre donne, colpendola con pugni e scaraventandola a terra.

Nel frangente l’uomo aveva poi colpito con pugni al volto e alle braccia anche le due donne intervenute in soccorso dell’amica.

Ne era scaturita una bagarre generale nel corso della quale le donne sono riuscite a riappropriarsi del telefonino e del braccialetto, mentre un secondo cellulare, trovato su un tavolo era stato portato via dall’aggressore che poi aveva gettato durante la fuga.
Le tre donne a seguito dell’aggressione sono dovute ricorrere alle cure dei sanitari, rimediando prognosi variabili tra i 3 e i 25 giorni.

Il 35enne è stato rintracciato a Montebelluna e condotto a Santa Bona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button