Venezia

Fine dello Stato di Emergenza/A Venezia i plateatici tornano alle misure pre pandemia

Venezia – In linea con le disposizioni del Governo centrale pervenute a seguito del termine dello stato d’emergenza, la Giunta ha approvato, su proposta dell’assessore al Commercio Sebastiano Costalonga, la delibera riguardante il rientro delle occupazioni di suolo pubblico entro i limiti della situazione pre-pandemica.

Negli ultimi due anni la Giunta ha approvato diverse delibere, concessioni di ampliamenti e nuovi plateatici temporanei per aiutare le attività a risollevarsi dal momento di crisi causato dalla pandemia.
Il Governo centrale ha stabilito che dal 1° aprile lo stato di emergenza sanitaria rientrerà e con esso dovremo ritornare alla situazione pre-pandemia.

La volontà dell’Amministrazione è di far tornare la città alla vivibilità del 2019, ma al tempo stesso di continuare ad essere vicina alle attività economiche che ancora risentono degli effetti della crisi.

La delibera indica nel dettaglio che da aprile rientreranno tutti gli ampliamenti concessi a chi ha già una concessione ordinaria, mentre alle attività sprovviste di concessione ordinaria, che hanno beneficiato della concessione temporanea covid​, verrà concessa una proroga fino al 30 giugno.
Entro il 30 aprile, ci sarà la possibilità di presentare richiesta per trasformare la concessione da “covid” a “ordinaria”.
Le richieste pervenute saranno valutate singolarmente in collaborazione con la Sovrintendenza.

Guardando al futuro, l’assessore Costalonga di concerto con la Sovrintendenza sta lavorando ad un calendario di incontri tecnici per una revisione e un aggiornamento dei cosiddetti “pianini”, così da avere una visione aggiornata ed attuale che permetta di dare delle risposte precise e concrete soprattutto alle attività che si trovano ancora in una situazione di difficolta.

“Da inizio pandemia l’Amministrazione è sempre stata vicina alle attività economico produttive – ha dichiarato Costalonga – perché sono una delle basi su cui posa il rilancio e la rinascita della città, ma bisogna comunque agire nel rispetto di altre regole fondamentali soprattutto se dettate dal Governo centrale.

Ringrazio la Sovrintendenza per la stretta collaborazione, infatti dai primi giorni della pandemia si è dimostrata sensibile alle problematiche dettate dal periodo poco felice. Con questa delibera ci sarà un graduale rientro alla situazione quo ante, ma senza creare false aspettative per dopo il 30 giugno.

Inoltre, in Giunta stiamo valutando, a conferma della vicinanza dell’Amministrazione alle attività produttive, in base al bilancio comunale, se si possono prevedere aiuti economici per risollevare le attività ancora in difficoltà, fermo restando il continuo dialogo con il governo per gli aiuti necessari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button