Venezia

Festival della Bonifica: da Sabato 21/05 a San Donà, mostra fotografica racconta come il territorio è cambiato a 100 anni dal primo, storico Congresso

Presentata oggi ‘Viaggio in Bonifica’ (Terrevolute Festival della Bonifca) mostra fotografica diffusa la cui realizzazione ha richiesto due anni di lavoro sul territorio.

A San Donà di Piave una mostra fotografica diffusa nelle due sedi della Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e nello Spazio Mostre I. Battistella, accompagnerà fino alla fine di ottobre l’anno di iniziative dedicato al Centenario del Congresso Regionale Veneto delle Bonifiche.

Il progetto pluriennale di ricerca, promosso dalla Città di San Donà di Piave, i Musei Civici Sandonatesi in collaborazione con l’Associazione CulturainCorso e con il sostegno del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale e del Lions Club San Donà di Piave.

“Viaggio in bonifica” si colloca nell’ambito di Terrevolute | Festival della bonifica, nell’edizione di quest’anno che ricorda il Centenario del Congresso delle Bonifiche, evento promosso dagli organizzatori come assise regionale che di fatto divenne evento nazionale, tenutosi proprio a San Donà di Piave nel marzo del 1922.
Il Consorzio di Bonifica Veneto Orientale è partner dell’iniziativa.

Il campo d’indagine della mostra è la Venezia Orientale, raccontata come grande macchina territoriale. Poiché gli elementi costitutivi del paesaggio della bonifica meccanica costituiscono un insieme integrato di manufatti, strutture architettoniche, canalizzazioni, strade, ponti, macchine e colture, ed ecosistemi agrari, l’articolazione degli elementi la ricerca è stata condotta mediante la messa a fuoco di: punti (manufatti significativi); linee (canali/fiumi/argini, strade/infrastrutture, filari/siepi); superfici (campi coltivati, lagune e valli, spazi indecisi); orizzonti, necessari per evidenziare la specificità del territorio di indagine. Infatti, ciò che distingue il paesaggio della Venezia Orientale è prima di tutto la linea dell’orizzonte.
La sezione territoriale cui appartiene è diversa da tutte le altre.
Mare e montagna sono entrambi presenti in questo territorio, come linea di orizzonte che introduce lo spazio dell’infinito, punteggiato da alberi solitari, e caratterizza quello delle vette alpine, sempre visibili nei giorni di sereno, come arco scenico del grande teatro Adriatico.

Nella mostra, l’originalità del paesaggio della Venezia Orientale viene messo a confronto con le linee dell’orizzonte di altri territori bonificati, simili ma diversi: quelle del Ferrarese, dell’Agro Pontino, quelle dell’Isonzo e Istria.

La mostra è accompagnata da un libro, edito da Antiga Edizioni e curato da Francesco Finotto, che oltre alla documentazione della ricerca fotografica, vede il prezioso apporto di saggi scientifici di: Sara Campaner, Federica Cavallo, Francesco Finotto, Graziano Paulon, Michelangelo Savino.

L’iniziativa è parte del programma di Terrevolute | Festival della Bonifica che con una serie di iniziative già previste dal 14 Maggio, vedrà lo svolgimento del Festival dal 25 al 29 maggio.
Un emozionante ‘viaggio in bonifica’ attraverso mostre artistiche, come quella affascinante coordinata da Francesco Finotto, incontri scientifici e culturali, spettacoli teatrali e musicali, tour nel territorio, mille occasioni e opportunità per scoprire la ricchezza dell’ambiente che ci ospita» anticipa la prof.ssa Elisabetta Novello dell’Università di Padova, direttore scientifico dell’evento.

Info sulla mostra
Sede: Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea / Spazio Mostre “I. Battistella”
Inaugurazione: Sabato 21 Maggio 2022, ore 17.30 presso Auditorium Centro Culturale “Leonardo da Vinci”
Periodo della mostra: 21 Maggio-12 Giugno 2022 / 3 Settembre – 30 Ottobre 2022
Orari di apertura: da martedì a domenica ore 16-19
Chiusura: tutti i lunedì, giovedì 2 giugno
Info: www.museicivici.sandonadipiave.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button