Pordenone

Ferrovie: ok Fvg a mozione su elettrificazione Casarsa-Portogruaro

L’elettrificazione della linea ferroviaria Casarsa-Portogruaro è l’oggetto della mozione del Gruppo dei Cittadini che il Consiglio regionale ha approvato, con una modifica, a larghissima maggioranza.

“Parliamo di una tratta a binario unico, lunga circa 21 chilometri e risalente a fine Ottocento, che collega il Veneto orientale con il Friuli occidentale, consentendo il trasporto giornaliero di numerosi lavoratori e studenti pendolari”, aveva spiegato Tiziano Centis all’Aula.

Per lui, il collegamento tra Casarsa e Portogruaro necessita assolutamente di essere ammodernato “nell’ottica di ottenere evidenti vantaggi collegando i poli industriali dei due territori: il Consorzio di sviluppo economico locale del Ponte Rosso-Tagliamento, il Consorzio per il nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone Nip Maniago e l’interporto di Pordenone.
Si agevolerebbero, così, gli scambi commerciali e si favorirebbero lo sviluppo turistico e la riduzione delle emissioni inquinanti”.

Centis aveva quindi ricordato che “tra Regione Friuli Venezia Giulia e Rete ferroviaria italiana (Rfi) vi è un accordo quadro in merito l’elettrificazione di quella linea, il cui relativo studio di fattibilità tecnico-economica sarà inserito nel programma degli investimenti”.

Perciò l’impegno che chiedeva alla Giunta era non solo di “svolgere tutte le azioni atte a definire tempi e modalità” dell’elettrificazione della Casarsa-Portogruaro, ma anche “programmare gli investimenti per gli interventi infrastrutturali lungo quella tratta ferroviaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button