Veneto

Fase2 per le spiagge: per il Veneto basta il 3×2

Sono state le spiegge e l’apertura della stagione estiva, i punti salienti della conferenza stampa odierna del Governatore veneto.

Il pensiero di Luca Zaia è chiaro: per le riaperture del 18 maggio Roma deve dare l’ok affinchè le regole siano appannaggio delle Regioni e solo in assenza delle stesse subentrino le linee guida dell’Inail.

Non si tratta di una battaglia di mero potere: per il Veneto, ad esempio, un distanziamento fattibile ed utile tra gli ombrelloni in spiaggia si fa con il 3×2: tre metri tra una fila e l’altra e due metri a destra e sinistra di ogni ombrellone.
Per l’Inail invece, secondo le indicazioni che riportiamo in altro articolo, dovrebbe valere il 5×4,5: cinque metri tra una fila e l’altra e 4 e mezzo ai fianchi.

Una bella differenza sulla quale c’è da pensare che torneranno a confrontarsi presto Governo e Regioni.
Resta la constatazione, ha commentato Zaia, che entro domenica ci dobbiamo attendere un nuovo DPCM del Premier, dato che tutte le norme di contenimento previste nei precedenti scadranno proprio lunedì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button