Veneto

Fase 2/Una domenica troppo aperta

Verona città aperta, decisamente troppo.
È quello che si è pensato ieri durante la domenica di festa.
Ad esempio in piazza Erbe, durante le fasi del passeggio e di fronte alle forze dell’ordine, nei locali per il caffè da asporto si consumava tranquillamente sul piazzale.
In altri vicolo si serviva il gelato e la gente puntualmente mangiava.

Scene che fanno scandalo, perchè nel Veneto orientale, non nella magnifica Verona, un bar di Cesarolo è stato chiuso due giorni con tanto di multa da 280 euro al titolare perchè un signore ha consumato il caffè fuori dall’esercizio.
E ancora, amaroni serviti in calice all’ora dell’aperitivo e pizzette servite così come se nulla fosse.
Speriamo che il Covid-19 non se ne accorga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button