Venezia

Fase 2 a Portogruaro/Videoconferenza tra sindaco e ristoratori: i fondi comunali non bastano

L’Amministrazione Comunale e i ristoratori di Portogruaro a confronto per pianificare la
ripartenza del settore dopo la chiusura imposta dall’emergenza epidemiologica.

Si è tenuto ieri, giovedì 7 maggio, in videoconferenza, l’incontro, promosso dal Sindaco Maria Teresa
Senatore, con i titolari dei ristoranti della città, per raccogliere istanze e richieste della categoria e programmare la stesura di un documento comune da sottoporre all’attenzione della Città Metropolitana, della Regione e del Governo.

Alla presenza degli Assessori alle Attività Produttive, Luigi Geronazzo, e al Bilancio ed Economia, Bertilla Bravo, del Segretario generale Giorgio Ferrari, dei Dirigenti del Settore Economico Massimo D’Atri e dell’Area Tecnica Dimitri Bonora, della responsabile delle attività produttive Manuela Valente e della dottoressa Stefania Basso della Polizia Locale, sono state illustrate le ultime misure approvate dalla Giunta in ambito fiscale, che
riguardano il differimento dei termini di pagamento di Tari e Tosap, e sono state fornite conferme della cancellazione della Tari relativa al periodo di chiusura delle attività, così come previsto dal Regolamento Comunale.

«La Giunta ha fatto tutto ciò che era nelle proprie possibilità – ha spiegato l’Assessore al Bilancio Bertilla Bravo – è bene precisarlo, la Tosap è stata già sospesa, ovvero il suo pagamento è stato interrotto per un periodo determinato.
In particolare, la riscossione della seconda rata è stata rimandata a settembre, in attesa di ulteriori iniziative da parte del Governo che ci consentano più margini di manovra».

«L’intenzione è quella di venire in aiuto delle Attività Produttive e di tutta la cittadinanza – ha assicurato il Sindaco Maria Teresa Senatore – ma aspettiamo un segnale da Roma.
La nostra Amministrazione è pronta a cogliere tutte le opportunità che si presenteranno, ma le sole risorse del Comune oggi non bastano».

Al termine del confronto, dal quale è emersa l’esigenza generale di avere un quadro più puntuale di regole per la sicurezza e la salute di lavoratori e clienti, il Sindaco ha proposto una linea di azione per arrivare alla compilazione di un Documento condiviso dei Ristoratori del territorio comunale, ad applicazione del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro” approvato dal Governo lo scorso 24 aprile.

«Per esempio – ha spiegato il Sindaco – potrebbero essere adottati criteri omogenei di disposizione dei tavoli riservati alle famiglie, poiché tra i componenti dello stesso nucleo famigliare, che si dichiarano come tali, vigono già delle disposizioni meno restrittive sui contatti.

Potremo tutti insieme individuare poche e semplici regole condivise – ha concluso il Sindaco Senatore – per risolvere questioni pratiche che gli esercenti si troveranno ad affrontare all’interno delle proprie attività, ma che anche i clienti vorranno avere per muoversi in sicurezza e tranquillità.
Lavoreremo a questo testo sicuri di poter affrontare meglio, assieme, le sfide che ci attendono.
Aspetto i vostri suggerimenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button