Home -> Prendi nota -> Farmacie: nuovo accordo per salvare i servizi sanitari delle zone montane

Farmacie: nuovo accordo per salvare i servizi sanitari delle zone montane

Aiutare i comuni delle zone montane a mantenere i servizi sanitari combattendo così isolamento e spopolamento.
Federfarma-Sunifar, Sindacato unitario dei farmacisti rurali e UNCEM, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani hanno siglato nei giorni scorsi un protocollo d’intesa finalizzato a salvaguardare le popolazioni residenti nelle aree montane con il mantenimento in vita delle piccole farmacie rurali che spesso costituiscono l’unico presidio sanitario e sociale rimasto attivo.
Il protocollo impegna le due associazioni a sollecitare interventi che promuovano la presenza di attività economiche e di servizi socio-sanitari accessibili ed efficienti nei piccoli comuni montani, per garantire standard di vita dignitosi ai loro abitanti tutto l’anno e non solo durante la stagione turistica.
Saranno attivate campagne congiunte di prevenzione ed educazione alla salute su temi di stretto interesse per le popolazioni delle comunità montane, che coinvolgeranno in prima linea le farmacie.
A settembre sarà istituito un gruppo di lavoro interno alle due associazioni che entro tre mesi redigerà un documento con i primi atti concreti.
Tra le priorità la possibilità per la farmacia di dispensare tutti i farmaci SSN, evitando che i malati e i loro familiari debbano raggiungere i nosocomi per ritirare i farmaci erogati attraverso la cosiddetta distribuzione diretta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*