Prendi nota

Etichettare il vino come cancerogeno/Non passa la proposta della Commissione europea contro il cancro

Non è un testo di legge e nemmeno vincolante, ma il Cancer Plan partorito dal Beca, la Commissione Speciale Europea sulla lotta al cancro ha messo molta paura ai produttori di vino veneti.
Tra le raccomandazioni incluse nel documento finali, infatti, c’era anche l’idea di etichettare il vino come potenzialmente cancerogeno.
Ieri a Strasburgo sono stati votati gli emendamenti al documento, stamani il testo complessivo e, per fortuna, la proposta di bollare il vino come cancerogeno è stata bocciata.

“Siamo soddisfatti perché abbiamo vinto una battaglia importantissima contro l’assurda proposta europea che avrebbe messo in ginocchio migliaia di aziende vitivinicole italiane” commenta l’europarlamentare Mara Bizzotto che però sottolinea: “non abbiamo ancora vinto la guerra.
In queste settimane, infatti, dovremo affrontare altri folli attacchi da parte della UE contro il vino Made in Italy: in primis la partita sul Prosecco – Prosek tra Italia e Croazia e quella sul Nutriscore, con qualche burocrate europeo che vorrebbe etichettare i nostri vini con il bollino nero”.

Per l’europarlamentare, per respingere questi attacchi all’agroalimentare italiano “sarà fondamentale tenere alta la guardia e fare squadra come sistema Italia, al di là degli schieramenti politici: c’è in gioco il futuro del settore e milioni di posti di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button