Veneto

Esodo, sabato con traffico intenso ma scorrevole a Nord-Est, volumi vicini allo scorso anno

Torna quasi a livelli tradizionali il traffico in questo primo vero sabato di esodo estivo da bollino rosso sulle tratte gestite da Concessioni Autostradali Venete.
Non si segnalano particolari criticità lungo la rete, ma per la prima volta in questa stagione, in direzione del litorale (Venezia e Trieste), il traffico sfiora i volumi delle giornate omologhe del 2019.

Favorito anche dal bel tempo, qualche rallentamento per traffico intenso si è verificato nella prima parte della giornata sul tratto tra Padova Est e il Bivio A4/A57-Arino in direzione Trieste: traffico che si è mantenuto sostenuto per gran parte della mattinata, con un picco massimo di 4.035 veicoli l’ora raggiunto tra le ore 9 e le 10; 20.646 quelli transitati durante l’intera mattinata, sempre in direzione Trieste.

Complessivamente si tratta di un calo quasi trascurabile rispetto all’ultimo sabato di luglio dello scorso anno (27 luglio 2019): -8,99%. È invece sensibile la differenza in direzione Milano (-21,45% rispetto al 27 luglio 2019), a riprova che all’appello mancano ancora i rientri dalle (poche) ferie delle scorse settimane.

Addirittura alla barriera di Venezia-Mestre in A57, dove comunque i tempi di attesa sono rimasti tutto sommato brevi, si è registrato rispetto allo scorso anno un aumento di passaggi: +3,57%.

Tra le ore 6 e le 12, in uscita (verso Mestre) sono transitati infatti 12.528 veicoli, con un picco orario di 2.429 veicoli, sempre tra le ore 9 e le 10.
Un anno fa erano stati 12.096 in tutto, con picchi di 12.419 mezzi.
Anche in questo caso fa da contraltare un marcato calo di transiti in entrata (direzione Milano): -19,37% rispetto al 2019.

Numeri dunque ampiamente gestibili, che non hanno creato particolari difficoltà in questa prima vera giornata di partenze.

Di fronte a questa situazione, la Polizia Stradale raccomanda prudenza alla guida e un’attenzione particolare alla sicurezza: «La stanchezza è nemica di chi viaggia – afferma Maria Faloppa, comandante della Polstrada di Venezia – e può compromettere l’attenzione di chi guida.
È dunque importante effettuare soste frequenti, senza tuttavia lasciare incustodito il proprio mezzo: perché, specie durante l’esodo, sono in aumento i casi di individui in attesa di commettere furti all’interno della autovetture».

Domani, domenica, ancora traffico sostenuto, anche in carreggiata ovest, con i rientri che si protrarranno fino a lunedì mattina, sommandosi alla ripresa del traffico feriale.

Si ricorda che i mezzi pesanti non potranno circolare oggi, sabato, fino alle 16.00 e domani, domenica, dalle 7.00 alle 22.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button