Venezia

Elisabetta Pesce è il nuovo assessore alla Sicurezza del Comune di Venezia

Elisabetta Pesce è il nuovo assessore alla Sicurezza del Comune di Venezia.
Questa mattina l’affidamento della delega da parte del sindaco Luigi Brugnaro nel corso di una conferenza stampa, alla quale ha partecipato anche il vicesindaco Andrea Tomaello.
Classe 1967, laureata in Scienze Politiche e un corso post-laurea in Commercio Internazionale.
Attualmente è specialista amministrativa e delle risorse umane in una società di informatica e servizi con sede a Marghera.
Sportiva, ex pallavolista, appassionata di danza, da 25 anni è residente ad Asseggiano.

“Elisabetta è una donna competente, che conosce bene il nostro territorio – ha detto il primo cittadino – E’ una persona che ho avuto modo di conoscere e ha la mia massima fiducia e considerazione. Quello della Sicurezza è un tema molto importante e collegato all’attività già in essere e condivisa da tutta la Giunta”.
Nel corso del suo intervento il sindaco ha ricordato l’ex assessore Silvana Tosi, scomparsa negli scorsi mesi: “Ha lavorato bene, donando alla città tanta passione nello svolgimento del suo incarico, questa sarà la strada da continuare a percorrere”.

“Ringrazio il sindaco per l’incarico importante che ha deciso di affidarmi nella mia città” ha esordito il nuovo assessore, già consigliera della Municipalità di Chirignago-Zelarino, vicepresidente dell’esecutivo con delega alla Sicurezza, Attività produttive, Politiche ambientali e Verde Pubblico.

“Per me è un onore mettermi al servizio dei cittadini e ascoltare le loro istanze.
Sono nata a Mestre, cresciuta tra le strade della terraferma, ho vissuto a Marghera, amo il centro storico di Venezia, ma so quale è la realtà anche delle zone più limitrofe del nostro territorio.
Sul tema della sicurezza ho una sensibilità particolare, che è personale come cittadina ancora prima che come assessore.

Svolgerò il mio lavoro nell’interesse delle persone, la priorità è portare avanti il lavoro fatto fino ad oggi dall’Amministrazione comunale. Il primo passo del mio mandato – ha infine sottolineato il neo assessore – sarà il coordinamento con la Polizia locale e una verifica del territorio con un focus sulle criticità in atto in alcune zone della città”.
Alla conferenza erano presenti il comandante generale Marco Agostini e la vice comandante Maria Teresa Maniero.

“Via Piave non è l’unica situazione attenzionata nel territorio – ha precisato il sindaco sottolineando la collaborazione con le Forze dell’ordine e il dialogo costante con la Procura della Repubblica – Ce ne sono altre che sono presidiate, anche in centro storico in determinati orari.

Quello della sicurezza è un tema che soprattutto a causa della pandemia sta interessando il contesto urbano di molte città d’Italia, ma la nostra attività di prevenzione ci ha consentito di evitare fenomeni più gravi che stanno emergendo in altre zone del Paese”.

Prevenzione da una parte e il supporto delle politiche sociali dall’altra: “Siamo attenti e conosciamo la realtà del territorio. Ancora una volta sottolineo la preparazione e l’efficienza del nostro Corpo di Polizia locale, la professionalità degli operatori dei diversi Nuclei che ogni giorno operano e intervengono sulle nostre strade per garantire la sicurezza dei cittadini.

Ma, pur in silenzio, il nostro impegno va anche oltre e questo grazie a un lavoro di squadra della Giunta: da sempre l’obbiettivo è anche quello di cercare di sostenere e accompagnare in un percorso di riabilitazione e reinserimento sociale quelle persone più deboli che, magari non per loro volontà, si trovano in una situazione particolare per cui si rendono protagoniste di episodi criminali, spesso erroneamente considerati minori, ma che invece recano danno e disagi ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button