Veneto

Effetto Covid a Nord-Est: soffre anche il settore trasporti. Trenitalia modifica l’offerta dei treni

In corso la rimodulazione dell’offerta dei treni regionali sia in Veneto che in Friuli Venezia Giulia, prevista fino al 9 gennaio
Tra le categorie in crisi per il boom di positivi e quarantene ci sono anche macchinisti e il restante personale ferroviario.

I maggiori disagi sono in Veneto sulle linee minori. Solo nella giornata di domani sono 41 le corse cancellate o sostituite con autobus e la maggior parte sono afferenti nel trevigiano. In particolare le linee Treviso-Portogruaro, Treviso-Padova via Castelfranco, Treviso-Montebelluna, Conegliano-Belluno oltre alla Calalzo-Ponte nelle Alpi e la Vicenza-Schio. Cancellati anche dei Venezia-Padova e Venezia-Sacile.
Trenitalia è costretta a sostituire i treni con autobus per far fronte alle massicce assenze.

In Friuli Venezia Giulia i disagi sono limitati alla linea Sacile-Maniago-Pinzano dove oltre alle cancellazioni alcune corse sono state sostuite con il bus.

L’occhio è puntato anche al 10 gennaio quando riprenderanno le scuole e l’utilizzo dei mezzi pubblici tornerà a regime; auspichiamo per quella data una normalizzazione della situazione del personale ferroviario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button