Venezia

E’ spirata l’86enne di San Donà rimasta coinvolta in un grave incidente il 27 maggio

Non ce l’ha fatta Maria Quintavalle, l’86enne di San Donà di Piave rimasta coinvolta il 27 maggio scorso, nella sua stessa città, mentre era alla guida della sua auto, in un grave incidente stradale con la vettura condotta da un’altra anziana residente a Noventa di Piave: la donna è deceduta, dopo più di un mese e mezzo di agonia, all’ospedale cittadino.

Il tragico sinistro, rilevato dalla polizia locale di San Donà e seguito da vicino da Studio3A, a cui si è affidato per conto della zia il nipote e unico congiunto rimastole, è successo alle 10.30 del mattino in via Vittorio Veneto all’incrocio con via Tolmezzo.

Lo scontro frontale-laterale tra i due veicoli è stato violentissimo, entrambe le automobiliste sono rimaste ferite e sono state condotte in ambulanza all’ospedale di San Donà, ma ad avere la peggio è stata la conducente dell’utilitaria.
L’anziana è rimasta ricoverata fino a venerdì nel reparto di Rianimazione del nosocomio sandonatese, mantenuta in coma farmacologico, e in prognosi riservata.
I dottori hanno fatto il possibile per salvarla, ma alla fine il suo cuore ha ceduto.

Il procedimento penale aperto dalla Procura di Venezia a carico della settantasettenne conducente del Suv, da lesioni personali stradali gravissime si è automaticamente trasformato in un fascicolo per omicidio stradale e sabato il magistrato di turno, il dott. Giovanni Zorzi, ha posto sotto sequestro la salma della vittima e disposto l’autopsia che verrà eseguita nelle prossime ore, dopodiché verrà rilasciato il nulla osta per i funerali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button