Home -> Pordenone -> Droga/I Carabinieri sgominano la banda delle ragazze dell’eroina
eroina sequestrata ai fornitori mestrini

Droga/I Carabinieri sgominano la banda delle ragazze dell’eroina

I carabinieri di Aviano e Polcenigo, coordinati dalla Procura di Pordenone, hanno sgominato un gruppo di spacciatori alquanto particolare: interamente composto da ragazze.

Tre quelle finite nei guai, accusate di acquistare la droga da una coppia di Mestre per poi rivenderla a studenti, anche minorenni, di Pordenone e Zoppola.
Alla conclusione delle indagini, il Gip Rodolfo Piccin ha deciso la custodia cautelare in carcere per la 20enne di Zoppola Asia Conte, barista con qualche precedente.
Eleonora Colonna, 19enne di Cordenons, ex studentessa del Liceo Leopardi – majorana di Pordenone.
Obbligo di presentarsi alla Polizia Giudiziaria per Anna Santarossa, 20enne di Zoppola, barista.

Custodia cautelare anche per la coppia mestrina formata da Najeh Zitouni, 39enne tunisino, pluripregiudicato e considerato il fornitore delle ragazze, mentre la sua compagna, l’italiana Elisa Rapuzzi, dovrà presentarsi alla Polizia Giudiziaria.

Nell’inchiesta risultano indagate in stato di libertà altre 3 persone:
la 47enne disoccupata C.E., coinquilina della coppia mestrina;
la 22enne pordenonese F.A. e la 21enne rumena B.C., domiciliata nel capoluogo della Destra Tagliamento.

L’indagine prese avvio dal sequestro di una dose di eroina, effettuato dai carabinieri avianesi lo scorso primo aprile.
Pian piano emerse poi un giro di droga che i militari stimano in non meno di due chili solo da gennaio ad oggi.

In particolare, Asia Conte ed Eleonora Colonna erano solite recarsi settimanalmente a Mestre per acquistare quantitativi di eroina che andavano da 20 ai 50 grammi, pagandola tra i 7 e i 12 euro, per poi rivenderla tra i 25 e i 50 euro al grammo.

Anna Santarossa è invece accusata di essere colei che custodiva materialmente la droga e la preparava in dosi.
Sua anche l’auto usata dalle amiche per andare a Mestre.
Dava anche ospitalità ad Asia, dopo che la madre di quest’ultima l’aveva allontanata da casa dopo aver scoperto che assumeva eroina.
Eleonora Colonna invece sarebbe stata la pusher all’interno del Liceo Leopardi Majorana dal quale si è poi ritirata.

Sul fronte mestrino, Elisa rapuzzi, la compagna del tunisino, 43 anni e madre di un 14enne, era colei che effettuava le consegne che avvenivano al parco Sabbioni, area che attraversava in bicicletta, depositando poi la merce sotto un cavalcavia.

Ad Asia Conte è risultato fatale un controllo stradale dei Carabinieri, allo svincolo della A28 di Fiume Veneto.
Visti i militari, la giovane aveva gettato dal finestrino mezzo etto di eroina, ma il gesto non era sfuggito ai Carabinieri.

L’eroina lanciata fuori dall’auto in corsa

In sintesi, le 3 ragazze si erano messe in affari e si erano organizzate con ruoli e compiti precisi.
500 euro investiti in droga rendevano loro mediamente 1250 euro.
Una quindicina, i clienti del terzetto identificati dai Carabinieri: tra loro alcuni minorenni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*