Venezia

Droga, armi, documenti ed esplosivo: la doppia vita dell’insospettabile

Ai carabinieri di Mira era stata segnalata un’auto, negli ultimi giorni, una Bmw sospetta che infatti i militari hanno inteso controllare.
La prima sorpresa è stata trovarvi a bordo della cocaina nella disponibilità di un 58enne insospettabile veneziano.

Un uomo che lavora per una municipalizzata e che in seguito ha riservato altre e più importanti sorprese.
Il rinvenimeto della droga ha infatti fatto scattare la perquisizione domiciliare ed è proprio nell’abitazione del 58enne che è spuntato l’inatteso.

In casa sua c’era di che armare un esercito: oltre 600 grammi di esplosivo al plastico diviso in due pani e con tanto di miccia e detonatore.
E poi armi, tante armi: 11 pistole, 2 fucili (uno a pompa), una mitraglietta Skorpion e 500 proiettili di vari calibri.
Tre delle pistole avevano la matricola abrasa.
A completare la santabarbara, due pistole a salve e due fucili ad aria compressa.

Non bastassero le armi, i carabinieri hanno rinvenuto anche marche da bollo per un totale di 35 mila euro e 60 carte d’identità da compilare rubate al Municipio di Musile di Piave.

Parte del materiale era stato nascosto dal 58enne in un doppio fondo ricavato nel deposito degli attrezzi.

Il 58enne dovrà dare molte spiegazioni: nell’attesa, è in cella al carcere di Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button