Pordenone

Donna di Valvasone subisce violenza sessuale. Carabinieri Casarsa fermano 31enne marocchino

Nei primi giorni di settembre, una donna di Valvasone aveva presentato denuncia di violenza sessuale ai Carabinieri di Casarsa della Delizia.
La donna aveva raccontato di aver subito violenza ad opera di un ignoto cittadino straniero di origine magrebina, in un magazzino nella periferia di San Vito al Tagliamento.

Le indagini dei Carabinieri sono state condotte con rapidità e sono riusciti a ricostruire i fatti, anche grazie alle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti sul territorio, comunali e privati, e ad identificare il responsabile.

A quel punto gli sforzi dei militari si sono rivolti nel rintracciare il soggetto e hanno predisposto un servizio di appostamenti nel territorio.
Il grande sforzo operativo ha portato i suoi frutti, giovedì scorso, l’uomo è stato individuato a Gleris di San Vito al Tagliamento, nelle vicinanze di un magazzino, luogo dove sarebbe avvenuto il reato.

I carabinieri lo hanno fermato e portato in comando. Il giovane è risultato privo di documenti di soggiorno sul territorio italiano, è stato condotto identificato per E. M., 31enne marocchino ed è stato sottoposto a fermo con a carico gravi indizi e ad alto pericolo di fuga.
Il 31enne è stato associato alla casa circondariale di Gorizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button