Home -> Curiosità -> Domenica riapre al pubblico la storica centrale Enel di Soverzene
Centrale Egp Soverzene - Alternatore (foto Mario Donadoni)

Domenica riapre al pubblico la storica centrale Enel di Soverzene

Dopo oltre 10 anni dall’ultima apertura, domenica 29 settembre, la Centrale idroelettrica Enel Green Power di Soverzene (Bl) tornerà ad accogliere le visite del pubblico.

Grazie alla consolidata manifestazione “Centrali Aperte” – iniziativa nata per avvicinare i cittadini al mondo della produzione di energia elettrica e costruire una relazione più stretta con il territorio – lo storico impianto, tra i protagonisti della crescita industriale nazionale, riapre le sue porte ai visitatori.

Protagonista dello sviluppo industriale nazionale, a distanza di 80 anni dalla sua progettazione, la centrale intitolata ad Achille Gaggia continua a rappresentare un vero e proprio emblema della sostenibilità applicata al mondo industriale: venne infatti realizzata interamente in caverna, nel pieno rispetto del territorio, e rese disponibile a tutti l’energia dell’acqua, la fonte rinnovabile per eccellenza.

Le visite guidate sveleranno un impianto oggetto di importanti lavori di rinnovamento tecnologico, che hanno interessato sia la parte idraulica che la parte civile, e che hanno valorizzato ancor di più il pregevole affresco con dipinti allegorici di Walter Resentera, posizionato sulla volta della sala macchine.

Il programma prevede l’apertura dell’impianto dalle ore 10:00 alle ore 17:00, con ingresso gratuito e libero: per un giorno la centrale si trasformerà in una sorta di piazza, coinvolgendo attivamente chi vive sul territorio: imprenditori locali con le eccellenze dell’enogastronomia e dell’artigianato, e ancora giochi, laboratori e diversi altri momenti di animazione per famiglie e bambini.

L’impianto “verde” diventerà così un vero e proprio luogo di incontro, socializzazione, formazione e divertimento. Il tutto all’insegna della sostenibilità. Sarà possibile scoprire come nasce l’energia rinnovabile e il suo percorso e l’impegno che caratterizza l’’attività di Enel Green Power, in chiave sostenibile ed ecologica ambientale nel territorio in cui opera.

Non ultimo sarà possibile visitare l’antico Mulino dei Savi: risalente ai primi dell’800, negli anni ’90 è stato oggetto di un attento intervento di recupero da parte dell’Enel, che ha riportato alla luce l’antico splendore dell’involucro edilizio e del sistema di meccanismi che consentivano la macinazione dei cereali. Il Mulino dei Savi rappresentò la prima forma di utilizzo delle acque del torrente Val Pora.

La centrale di Soverzene con i suoi 210 Megawatt di potenza installata è la più importante centrale idroelettrica del Veneto. Produce energia a ‘zero emissioni’, sufficiente al fabbisogno annuo di oltre 200.000 famiglie, valorizzando l’energia del sistema fluviale dell’Alto Piave, del Boite e del Maè in Cadore. Le acque che alimentano la centrale vengono integralmente restituite nell’alveo del Piave subito a valle della centrale.

Dopo oltre 60 anni di funzionamento, l’impianto è stato oggetto di un rilevante restyling tecnologico che ha previsto, tra l’altro la sostituzione dei 4 gruppi turbina, delle valvole idrauliche e l’adeguamento della stazione elettrica. Grazie ad un investimento complessivo di 30 milioni di euro, la centrale è oggi in grado di assicurare un contributo fondamentale alla transizione energetica italiana producendo energia pulita ed evitando ogni anno il rilascio in atmosfera di circa 300.000 tonnellate di anidride carbonica.

Le attività di cantiere, durate ben 67 mesi, si sono svolte con grande attenzione al tema della sicurezza e si sono concluse con un importantissimo risultato, ovvero quello Zero infortuni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*