Venezia

Domani apre il primo tratto della nuova pista ciclabile del Terraglio

Domani, sabato 6 marzo 2021, si apre il primo tratto della pista ciclabile del Terraglio.
Si tratta di un percorso pari a 440 metri, compreso tra l’incrocio di via Gatta e il civico n°63 di via Terraglio.
Il percorso che verrà aperto domani ha una larghezza di 2.50 m ed è a doppio senso di marcia.

Risulta fisicamente separato dalla carreggiata stradale, in parte da una barriera New Jersey di calcestruzzo ed in parte da doppia cordonata larga 50 cm.
Nelle more del completamento dell’intervento, all’altezza del civico 63, i pedoni e i ciclisti verranno indirizzati in sicurezza sul lato opposto della carreggiata mediante un attraversamento pedonale provvisorio segnalato da opportuna cartellonistica.

Il completamento, nel lato ovest, di questo primo tratto di ciclopedonale permette la prosecuzione ed il collegamento con il percorso di via Gatta, da poco completato con un altro intervento eseguito dal Comune di Venezia.
“L’impegno e la serietà vengono sempre premiati – commenta l’assessore alla Viabilità Renato Boraso – e, anche in questa occasione, riusciamo ad aprire anticipatamente al transito di ciclisti e pedoni un tratto di una pista ciclabile estremamente importante per la sicurezza di chi si troverà a percorrerla.

Lavori iniziati lo scorso 21 dicembre e che prevedono la realizzazione dell’ultimo tratto di pista ciclabile utile a completare tutto il tragitto ciclabile del Terraglio.
Un intervento finanziato per un valore complessivo di 500 mila euro – di cui 300mila derivanti dal PON Metro 2014-2020 – che prevede la realizzazione ex novo di un chilometro di percorso ciclopedonale nel tratto compreso tra l’incrocio con via Penello e, procedendo in direzione di Treviso, l’incrocio con via Gatta.

Per quanto riguarda la conclusione dell’intero intervento ciclabile del Terraglio si prevede come data la metà di aprile mentre, già entro la fine del mese di marzo, sarà conclusa un’altra importante pista ciclabile: si tratta degli 850 metri del nuovo percorso che affianca il canale Osellino.
Una risposta, con i fatti, a sostegno della mobilità green e per incentivare sempre più l’utilizzo delle due ruote per muoversi in città. Un impegno concreto – conclude Boraso – che ci eravamo presi nel 2015 e che ad oggi sta dando importanti risultati ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button