Treviso

Diocesi di Vittorio Veneto dona al nosocomio di Costa 126mila euro

Consegnato oggi da Mons. Corrado Pizziolo l’assegno frutto della raccolta fondi organizzata dalla diocesi di Vittorio Veneto, durante l’emergenza Covid, a supporto dell’Ulss 2.
L’assegno, dell’importo di 126.070 euro, è stato consegnato direttamente nelle mani del direttore generale dell’Azienda Sanitaria, Francesco Benazzi, nel corso di una cerimonia tenutasi all’ospedale di Vittorio Veneto alla presenza, tra gli altri, del direttore de L’Azione, don Alessio Magoga e del parroco di Bibano, don Celestino Mattiuz.

“La diocesi di Vittorio Veneto – ha sottolineato Mons. Pizziolo – come tutte le diocesi italiane, ha assunto responsabilmente le direttive di contrasto alla diffusione del contagio ed ha offerto il suo impegno di preghiera e di vicinanza a quanti hanno sofferto.

Per rendere più efficace la nostra vicinanza, in accordo con l’Ulss 2, abbiamo aperto, tramite il settimanale diocesano, L’Azione, una raccolta fondi per dare un aiuto concreto alla riorganizzazione dell’Ospedale di Vittorio Veneto, in vista dell’accoglienza dei malati colpiti da Covid-19 nella Marca.
Dal momento dell’apertura della sottoscrizione sino alla sua chiusura (vale a dire da metà marzo sino a fine maggio), le offerte ammontano complessivamente a 126.070, 00 euro.
Molti sono stati i donatori (per la precisione 111 tra persone ed enti) che si sono coinvolti con generosità nell’iniziativa.

Tra questi è giusto nominare la parrocchia di San Martino di Bibano che, grazie ai proventi dell’eredità Da Rios, ha voluto devolvere allo scopo ben 70.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button