Venezia

Dentro e fuori/Spaccia, è irregolare, recidivo: se la cava con denuncia e divieto di dimora

Si dice che la Giustizia, in Italia, sia lenta ed implacabile: di certo offre molte possibilità di redenzione che però il soggetto di cui raccontiamo pare proprio non voler approfittare.

Succede a Mestre, dove ieri, una vecchia conoscenza degli agenti del Commissariato è nuovamente stato colto in fallo.
Si tratta di un giovane nigeriano, L.A. le sue iniziali, che spaccia nella zona della stazione ferroviaria mestrina.

Gli agenti hanno prima bloccato il suo cliente che aveva appena acquistato circa un grammo di eroina, e poi lui, con addosso 120 euro probabile frutto del suo smercio illegale.
Il giovane era già stato arrestato in gennaio e condannato ad otto mesi di reclusione, con pena sospesa, per avere venduto eroina e successivamente denunciato altre due volte per il medesimo reato.

E’ stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti anche stavolta, con l’aggiunta del divieto di dimora nella provincia di Venezia.
Il nigeriano risulta essere anche irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora.
Metterà la testa a posto?
Sono aperte le scommesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button