Pordenone

Dalla Regione/Interrogazione in Giunta sul mancato intervento su Via Pedrina

“La viabilità nella zona del mobile che collega Azzano Decimo e Pasiano di Pordenone, benché rappresenti un nodo rilevante non solo per le imprese insediate, ma anche per i cittadini, deve ancora attendere per veder realizzate la sua sistemazione e la sua messa in sicurezza.
Nonostante le garanzie di intervento, infatti, i fondi previsti sono finiti altrove, penalizzando l’area”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Nicola Conficoni (Pd), ricordando la presentazione di un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere il “ripristino dei fondi per la messa in sicurezza della viabilità dell’area del mobile e dell’asse Pasiano-Azzano Decimo”.

“La messa in sicurezza di via Pedrina – ricorda l’esponente dem – era stata finanziata nel 2017 dalla Giunta Serracchiani, che aveva affidato l’esecuzione dei lavori a Fvg Strade.
Un anno più tardi, però, in seguito alla tempesta Vaia, la Giunta Fedriga distrasse quei soldi per affrontare l’emergenza e altre situazioni ritenute prioritarie”.

“Gli oltre 7 milioni spostati, dunque, sono stati destinati a interventi – dettaglia Conficoni – considerati più urgenti, come la ristrutturazione dell’ex ponte ferroviario sul fiume Fella nei Comuni di Amaro e Venzone, la manutenzione del viadotto sulla Ss 13 Pontebbana in località Rio degli Uccelli nel Comune di
Pontebba e la messa in sicurezza dei ponti e dei viadotti lungo le strade regionali e statali a gestione regionale”.

“A oltre tre anni di distanza, quindi, la viabilità della zona del mobile resta nei cassetti, penalizzata – conclude la nota del Partito democratico – dalla mancata promessa di ripristinare quei soldi prestati per altre legittime esigenze che, però, non tolgono valore all’importanza dell’intervento atteso dalle
comunità di Azzano Decimo e Pasiano di Pordenone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button