Prendi nota

Dalla lavatrice al condizionatore: come scegliere gli elettrodomestici più adatti alla propria casa

Quando si arreda casa per la prima volta o si avviano dei lavori di ristrutturazione comprensivi di rinnovo dell’arredo, arriva il momento di scegliere gli elettrodomestici, che rappresentano sempre una parte importante dei mobili di casa. Gli elettrodomestici costituiscono un investimento non solo di tipo economico, ma anche di energie e di benessere. Apparecchi che funzionano bene migliorano nettamente la qualità della vita domestica. Ecco perché la loro scelta diventa importantissima. Ma come compierla? Si compra la lavatrice migliore sul mercato? Come frigorifero si prende l’ultimissimo modello uscito della marca nota?

Esistono delle considerazioni da fare quando si deve comprare un elettrodomestico, ma non si tratta di valori assoluti. Tutto va misurato a seconda della persona che deve fare l’acquisto. La scelta stessa di quali elettrodomestici comprare è del tutto personale. Ce ne sono alcuni che sono indispensabili e non possono mancare in una casa. Parliamo, ad esempio, del frigorifero, del forno, del piano cottura o della lavatrice. I piccoli elettrodomestici, la lavastoviglie, il microonde, il condizionatore possono essere fondamentali in alcuni casi e del tutto superflui in altri. Chi non ama cucinare o mangiare i dolci, cosa se ne fa di una planetaria? Chi vive in un posto dove il clima è tendenzialmente sereno e con temperature alte perché dovrebbe acquistare un’asciugatrice?

Lo spazio è fondamentale per decidere quali elettrodomestici prendere. È il criterio utile per capire quali misure devono avere e se acquistare un apparecchio a incasso o a libera installazione. Un’altra cosa da tenere in considerazione sono le funzioni e i programmi dell’elettrodomestico. A seconda della tipologia ce ne sono diversi più o meno avanzati a livello tecnologico. Anche in questo caso, solo la persona interessata può decidere. Sarebbe inutile comprare un apparecchio ultra moderno e poi non sfruttarne al massimo le capacità. A quel punto, meglio risparmiare e investire su altro. 

Poi c’è il design. Linee, forme e colori dipendono molto dal resto dell’arredamento. È vero che molti elettrodomestici hanno un aspetto standardizzato, ma ci sono dei dettagli che possono fare la differenza e che possono risultare più o meno coerenti con ciò che li circonda. In questo, il gusto singolo incide tantissimo. 

L’unica caratteristica che potrebbe (o dovrebbe) essere selezionata non in base al caso specifico, ma a livello generale è la classe energetica di appartenenza. Sarebbe meglio prediligere elettrodomestici appartenenti a una classe alta; pur essendo più costosi sono anche quelli che consentono un maggior risparmio di energie e in bolletta. Inoltre, se presi durante un progetto di ristrutturazione, si può richiedere il bonus mobili ed elettrodomestici

Un’altra cosa importante da fare è non andare ad acquistare gli apparecchi con il timore che un modello sia meno resistente di un altro e scegliere quindi un elettrodomestico non adatto alle proprie esigenze. Tutti i macchinari sono destinati a usurarsi nel tempo. Per ripararli, basta chiamare un servizio per l’assistenza elettrodomestici certificata a Treviso o nelle altre città e tutto tornerà come nuovo. La rottura non si può prevenire al momento dell’acquisto. In quella sede bisogna solo pensare a cosa è meglio per la propria casa.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button