Treviso

CSV Belluno Treviso/A bilancio oltre 1 milione di euro destinato a servizi per il volontariato

Oltre 1 milione di euro destinati dal CSV Belluno Treviso a sostegno delle realtà associative dei territori trevigiano e bellunese.
È la cifra messa nera su bianco nel bilancio preventivo 2022 appena approvato dal Centro Servizi per il Volontariato. L’ente potrà così continuare, grazie a queste risorse, a garantire supporto agli enti del Terzo settore, tramite il proprio staff operativo, per svilupparne il valore economico-sociale con conseguente ricaduta positiva nelle comunità locali.

«Per la prima volta dalla nascita del nuovo CSV Belluno Treviso, avvenuta lo scorso anno, si è proceduto a un lavoro armonico per la preparazione di un documento di tale portata – afferma il Presidente del CSV, Alberto Franceschini – La somma delle aree che il CSV andrà a sostenere è ricca, perché ricche sono le storie, le attività, le esperienze dell’Associazionismo, così come le sue radici ed i suoi valori».

Continua il presidente Franceschini: «Le azioni e gli impegni dei nostri associati e dei nostri volontari devono sempre di più, in questo periodo particolarmente difficile, essere sostenuti perché il volontariato da tempo non può più essere solo spontaneismo e autoreferenzialità, ma “alleanza” e “rete” anche, se non soprattutto, con le giovani generazioni. Per questo il CSV intende riproporsi quale sostegno a tutti i nostri volontari e volontarie ripartendo di slancio per superare le difficoltà, investendo risorse e mettendo a disposizione tutte le proprie professionalità».

Sette le aree che vanno a comporre il bilancio, visibile integralmente sui siti di riferimento per Treviso (www.trevisovolontariato.org) e Belluno (www.csvbelluno.it).
All’area promozione, orientamento e animazione territoriale saranno destinati 338.755 euro: essa include la promozione giovanile (scuola e servizio incentivato), quella del volontariato adulto e i progetti sui diversi territori (tra gli altri consulenze alla progettazione, accompagnamento alla co-progettazione, piani di zona).
92.336 euro andranno all’area consulenza, assistenza e accompagnamento per consulenze amministrativa, contabile e fiscale; assicurativa; per iscrizione al Runts, ecc.

Investimenti anche per l’area formazione (81.359 euro) che include il progetto dell’Università del Volontariato, oltre a corsi vari su tematiche contingenti.
Importante il capitolo dedicato all’informazione e alla comunicazione che conta ben 125.241 euro ed include diversi capitoli come comunicazione istituzionale, gestione social e sito, newsletter, progetti di grafica e multimediali, bilancio sociale. In bilancio anche fondi per aree di ricerca e documentazione (34.541 euro), supporto logistico con Centro documentazione, banche dati, prestito di strumenti a enti (4.000 euro); la restante parte andrà agli oneri di supporto comprendendo materie di consumo, servizi, personale, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button