Veneto

Covid19/Zaia preoccupato: rispettate le regole o si richiude tutto

Non sono qui per fare la paternale, ha esordito così, oggi, in conferenza stampa, il Governatore veneto.
In realtà, buona parte del suo intervento odierno è stato proprio una paternale diretta ai veneti, o almeno a coloro che non rispettano le regole di questa fase della lotta al coronavirus.

Tanto che Zaia ha più volte ammonito a non abbassare la guardia, a continuare a rispettare le norme igieniche e il distanziamento, pena il rischio di dover richiudere tutto.
Eventualità alla quale Zaia si è detto pronto, se tra 8 giorni i dati sui contagi mostreranno una pericolosa inversione di tendenza.

Nel corso della conferenza stampa, il Governatore ha anche confermato il premio “coronavirus” ai sanitari che lavorano nel sistema veneto: sono circa 54 mila persone che si vedranno arrivare un migliaio di euro in più in busta paga.

Le note dolenti sono relative a quanto speso finora, per combattere il virus: si supera la non indifferente somma di 100 milioni, per cui, chiosa Zaia, attendiamo con impazienza le somme promesse da Roma.

Qualche problema con i tamponi.
Oltre 524 mila quelli effettuati finora, oltre 10 mila in un solo giorno, ma con l’inghipppo di una delle macchine preposte a questo lavoro che è andata in tilt.
Per ripararla servirà qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button