Veneto

Covid/Zaia annuncia una nuova ordinanza anti assembramenti

Un’apparente contraddizione: ai meno attenti, la conferenza stampa odierna del Governatore veneto può aver lasciato questa sensazione.
Da una parte infatti resiste il dato forte di quel quasi 97% di positivi che risultano asintomatici: hanno il virus, ma non ne patiscono.
Dall’altra, il timore reale per un’improvvisa esplosione di casi che porti alla saturazione del sistema sanitario.

In fondo è matematica: se il 3% dei positivi presenta sintomi, quando ne misuri 100 mila ti ritrovi con 3 mila pazienti da curare, alcuni a casa, Zaia pensa che sarà necessario e auspicabile per chi non presenti difficoltà respiratorie, ma un certo numero sarà negli ospedali e nelle Terapie Intensive.
Il problema è questo.

Dunque, continua Zaia, portiamo le mascherine e cerchiamo di evitare il peggio.
Il Governatore ha poi annunciato per lunedì prossimo una nuova ordinanza che sarà più restrittiva delle norme attuali in fatto di assembramenti.

Zaia non ha voluto anticipare nulla, ma ha parlato di “Misure innovative” per le quali sono in corso approfondimenti giuridici.
Non resta che attendere.
Nel frattempo, oggi il Veneto conta altri 1325 positivi in più, 66 pazienti nelle Terapie Intensive, 588 persone in ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button