Veneto

Covid Veneto/Spunta la pista inglese

E se in Veneto la curva dell’epidemia non scendesse perchè il virus che gira è quello mutato inglese?
Zaia non ha dati certi in mano per affermarlo ma, come ha riferito oggi nel consueto punto stampa da Marghera, guardando l’andamento inglese e quello veneto, qualche dubbio viene.
Tanto che il governatore è corso ai ripari con una nuova ordinanza concentrata proprio sul problema britannico.
Saranno sottoposti a tampone tutti coloro che rientrano dai territori di Sua Maestà, così come nelle scorse ore sono stati esaminati i passeggeri di due voli in arrivo dall’isola.
L’appurata maggiore trasmissibilità del virus mutato potrebbe forse essere alla base dei deludenti dati veneti, ma servirà approfondire meglio.
Nel frattempo, non vi è dubbio che da parte dei veneti sia mancata la giusta dose di senso civico.

I dati del giorno.
Alta l’incidenza tra tamponi eseguiti e positivi scoperti: 11,32%, a fronte di 2.583 nuovi casi nelle ultime 24 ore.
Dall’inizio della crisi siamo ormai a quasi 220 mila casi, più della metà “attualmente positivi”.
Salgono di 5 unità le Terapie Intensive che oggi risultano essere 375; 2201 i pazienti in altri reparti covid.
Altre 47 vittime nelle ultime 24 ore, per un triste totale di 5.481 morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button