Treviso

Covid Treviso/I numeri sembrano confermare l’aumento di casi legato ai festeggiamenti per la vittoria all’Europeo

Molte conferme, alcune importanti, dalle parole del Direttore Generale della Ulss2 Marca Trevigiana sulla attuale situazione Covid nel territorio di competenza.
Innanzitutto i contagi, in crescita e per colpa della nota variante Delta, fino al 60% più contagiosa delle precedenti.
Il vaccino funziona: i casi di infezione tra chi abbia ricevuto entrambe le dosi sono 29 su 560 a luglio: nessuno di loro ricoverato, anzi, i sintomi dichiarati sono leggeri e la negativizzazione sopraggiunge nel giro di pochi giorni.
Nel trevigiano, il numero di nuovi casi è raddoppiato da metà luglio in poi (Finale Europei di calcio e relativi festeggiamenti: 11 luglio).
Il tasso dei contagi è nella Marca 49 ogni 100 mila abitanti, ma sale a 242 ogni 100 mila nella coorte 12 – 19 anni.

Purtroppo, si stanno ripresentando anche casi gravi.
Nella terapia Intensiva del Cà Foncello si trovano attualmente un 52enne ed un 71enne intubati e non vaccinati (ma non si tratta di No Vax); un uomo di 39 anni che presenta gravi problemi respiratori.
Nel reparto di Malattie infettive ci sono invece un ragazzo di soli 28 anni ed una signora di 60 che aveva già ricevuto la prima delle due dosi di vaccino. Non è grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button