Treviso

Covid: nella Marca il rapporto più alto positivi/tamponi arriva da Oderzo 22%, Conegliano 11%

Il Direttore Generale della Ulss2 Francesco Benazzi assieme al Direttore Sanitario Livio Dalla Barba quest’oggi hanno fatto il punto sulla diffusione del Covid nell’area trevigiana.
“Nonostante questo periodo siamo in un mini lockdown, oggi sono stati riscontrati 524 positivi e 10 decessi”.
Benazzi ha voluto esordire con questi dati perché non ci si spiega un numero così esagerato di positivi, nonostante le limitazioni a spostamenti e chiusure attività.

E’ pur vero che gli addetti (contact tracer) segnalano come alcune persone che devono rispettare la quarantena escono di casa, ci sono poi casi di chi ha lasciato un numero di telefono errato e non farsi trovare.
Questo comportamento poco etico ci espone ad un rischio contagi elevatissimo.
Per questo motivo, il Direttore Generale dell’Ulss2, chiederà al Prefetto di Treviso di aumentare i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Non ci sono attualmente riscontri positivi sull’andamento dell’epidemia nel trevigiano.
La Marca risulta con un rapporto tamponi/positivi superiore alla media nazionale che è del 14%.

Nell’area di Oderzo si attesta al 22%;
Zona afferente al Covid Point di Altivole 19/20%;
Treviso 16%;
Conegliano 11,28
Di fronte a queste cifre ci si aspetta un comportamento più virtuoso.

Il sospetto che i Pranzi di Natale abbiano innescato una nuova ondata evidentemente le persone non hanno rispettato le norme del distanziamento considerato che in queste ore l’Ulss2 sta ricevendo più positivi rispetto a prima.

Dal 13/12 il nostro RT, sono parole di Benazzi, è stabile sotto l’1, esattamente 0.99,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button