Treviso

Covid/La situazione trevigiana: 4 Terapie Intensive anche a Oderzo

Il Direttore Generale della Ulss2, Francesco Benazzi, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa in compagnia del Dott. Del Re per fare il punto sulla situazione Covid nella Marca.
Benazzi ha fatto una serie di considerazioni partendo dalla rete ospedaliera.

La situazione attuale è sotto stress. Dichiarata zona gialla, la Ulss2 ha subito attivato il Covid Hospital di Vittorio Veneto sospendendo tutte le attività chirurgiche e di ricovero.
Mantenute solo le attività specialistiche con percorsi separati.
Il pronto soccorso è stato convertito in pronto intervento e per gestire le altre emergenze.

Il blocco operatorio sarà convertito in terapia intensiva.
L’ospedale è stato suddiviso in madia, bassa e alta intensità fino alla terapia intensiva e anche una semi intensiva.
A Vittorio Veneto sono ora occupati 72 posti letto + 23 di ospedale di comunità.
La potenzialità di Vittorio Veneto è di 100 posti letto.

L’altro ospedale di Comunità è il San Camillo dove ci sono stati problemi di contagi tra il personale, ad oggi abbiamo solo 12 posti letto.
La potenzialità del San Camillo è di 110 posti letto, l’Ulss chiederà alla struttura di tornare in poco tempo, al rientro del personale, di tornare al massimo della potenzialità.

A Conegliano abbiamo 19 posti letto occupati Covid, 7 sono ancora liberi, 1 posto occupato in terapia intensiva.
A Montebelluna abbiamo 67 posti letto occupati covid di cui 9 in semintensiva.
Ed 1 persona in terapia intensiva.
A Castelfranco, in accordo con la Regione, è stato deciso di tenerlo Covid-Free.

Oderzo, fino ad oggi Covid-free, abbiamo deciso di attivare vista la situazione, 4 posti letto in terapia intensiva, da oggi a regime. Sempre ad Oderzo c’è una disponibilità di 30 posti letto, che in considerazione dell’emergenza diventeranno posti covid.

Su Treviso oggi abbiamo 60 posti letto Covid, 30 di malattie infettive, 18 in pneumologia e 12 in semintensiva.
In Terpia intensiva abbiamo ormai 16 pazienti covid.
E qui Benazzi ha lanciato una raccomandazione diretta soprattutto ai giovani che non devono ammassarsi che devono utilizzare la mascherina che non devono andare nelle case con amici perché oggi abbiamo un uomo di 37 anni in terapia intensiva con nessuna patologia, un vero caso di puro Covid.

Il virus non guarda in faccia nessuno, anche i giovani. Sempre in terapia intensiva c’è anche una donna di 44 anni colpita dal covid.
Non possiamo abbassare la guardia

Su Treviso oggi sono occupati 230 posti letto ordinari, 24 in semi intensiva, 23 in ospedali di comunità. In totale 289 posti letto occupati da Covid.
Si presuppone stante questo andamento di arrivare a nel periodo di picco a 400 posti letto.

Riflessioni sulle terapie intensive:
Su 116 terapie intensive in tutta l’Ulss attualmente occupate 21, ma è già attrezzata per altri 50 posti letto.
A marzo si era arrivati a 49 posti letto occupati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button