Veneto

Covid/La nuova ordinanza di Zaia: denuncia per il positivo che non si ricovera, multe per chi viola la quarantena

Preannunciata, è arrivata la nuova ordinanza del Governatore veneto Luca Zaia, molto preoccupato per quello che ha definito “Il virus d’importazione”, ovvero: i casi in regione di questi ultimi giorni, stranieri o italiani di rientro dall’estero (dove si sono ammalati).

Dunque, non un provvedimento restrittivo in senso assoluto, anzi, a detta del Presidente veneto la regione può sempre considerarsi tra le più sicure d’Italia, ma nuove norme per evitare il ripetersi di situazioni come quella dell’imprenditore vicentino reticente.

Riportando i dati relativi alla prima settimana di luglio, Zaia ha poi segnalato come siano stati “esteri” 15 contagiati su 28, mentre i rimanenti 13 sono maturati nelle Rsa e in nuclei famigliari (situazioni dunque molto più controllabili).

Dunque, l’ordinanza: in vigore da oggi e fino a fine mese, prevede l’obbligo della quarantena (l’isolamento fiduciario) per chi sia entrato in contatto con un soggetto positivo; chi mostri più di 37,5° di febbre insieme a sintomi respiratori; chi arrivi in regione da paesi extra Unione Europea.

Tampone obbligatorio per chi torna o arriva in Veneto da un paese a rischio, con obbligo del secondo tampone dopo una settimana anche se negativi al primo.

Le norme riguardano anche chi sia stato all’estero per turismo e sono previste multe di mille euro, ad esempio se il datore di lavoro non segnala per il tampone il dipendente che è stato in uno dei paesi a rischio.
In tutti i casi, la prassi sanitaria è del tutto gratuita.

Altro grosso problema, sulla scorta dell’esperienza dell’imprenditore vicentino che sapeva di essersi ammalato, il positivo con sintomi che non voglia essere ricoverato verrà segnalato all’Autorità giudiziaria per la conseguente denuncia.

Chi si trovi in isolamento e sia positivo, uscendo di casa si guadagnerà una multa di mille euro e conseguenze che potranno arrivare anche all’arresto.
la sola sanzione invece, per coloro che violino l’isolamento fiduciario ma risultino negativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button