Veneto

Covid in Veneto/66 morti nelle ultime 24 ore. Zaia: indice RT calato

Stamani Zaia ha avuto la consueta riunione con i Direttori Generali della Sanità, dalla quale emerge che regge il comparto delle Terapie Intensive ed in generale la situazione della Sanità veneta è sotto controllo, in pressione, ma sotto controllo.
Sono sempre consistenti i ricoveri in area non critica, e si rialza l’età media, due dati che un po’ preoccupano perchè porteranno a degenze più lunghe.

Zaia si aspetta che il Veneto non cambi colore: lo sapremo nel pomeriggio.
Dati e sensazioni indicano che la situazione sia invariata, per il Veneto, rispetto a sette giorni fa, anzi: i dati raccolti dalla Sanità veneta indicano un abbassamento dell’indice RT (la settimana scorsa era a 1,29).

I dati odierni.
Oltre 116 mila positivi, con un incremento di 3.468 nelle ultime 24 ore.
I ricoverati sono cresciuti di 52 unità, per un totale di 2.294.
La buona notizia arriva dalle Terapie Intensive, calate di 10 a quota 286.
Bene anche i dimessi che sono 95 in più di ieri: in tutto 6.147, mentre si trovano in isolamento attualmente 38.655 veneti.
Resta alto il numero delle vittime: altri 66 nelle scorse 24 ore non ce l’hanno fatta, portando il totale a 3.123.

Piccola Faq chiarita oggi: le concessionarie automobilistiche possono rimanere aperte il sabato, purchè non collocate in Parchi Commerciali e anche se di dimensione media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button