Pordenone

Covid in Fvg/Parte lo screening nei paesi. Nuova ordinanza di Fedriga

Fedriga, Riccardi e qualche sindaco di piccoli centri: nella conferenza stampa svoltasi poco fa, il Governatore friulano ha voluto accanto, oltre al suo vice e Assessore alla Sanità, anche qualcuno di quei primi cittadini che rappresentano il territorio, anche quello in cui la situazione covid è più difficile.
La cornice, per una nuova ordinanza che entrerà in vigore alla mezzanotte di domani, accompagnata dalla constatazione che il rischio di passare di colore e finire al “rosso” c’è, come ha ricordato Fedriga.

Il nuovo testo è più un insieme di “forti raccomandazioni” che di obblighi: tra questi ultimi, l’assoluto divieto di consumare cibi e bevande in luoghi pubblici (davanti al bar, ad esempio) e il fermo degli allenamenti sportivi sia all’aperto che indoor, se non professionistici.
Le raccomandazioni: usare bus e corriere solo se non si può farne a meno; non far visita agli amici, a persone diverse dai più stretti famigliari.

Parte lo screening delle zone più a rischio della regione.
Non si tratta di un test obbligatorio, ma, ovviamente, Fedriga conta che l’adesione sia “Altoatesina”…
Il tampone riguarderà Castelnuovo del Friuli e Claut nel pordenonese.
Bene precisare che l’esame sarà esteso anche ai vicinanti: nel caso di Claut, ad esempio, si farà anche a Cimolais e Andreis.
Il primo comune ha fatto registrare 18 positivi su poco più di 800 residenti, il secondo 12 casi su 887 abitanti.
Gli altri centri interessati dall’esame di massa sono: Paularo, Socchieve e Suttrio nell’udinese e Dolegna del Collio nell’isontino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button