Veneto

Covid e Dpcm/Il Veneto attende di sapere se sarà gialla o arancione

Servirà ancora qualche ora per sapere, come si dice “di che morte si muore”, ma per ora il Veneto sembra essere certo di schivare il Lockdown totale legato alla “rossa”, mentre indovinare se saremo gialli (il colore verde ora è scomparso) o arancioni sembra essere materia di scommessa.
In attesa, dicevamo, della decisione del ministro della Salute che sentirà i suoi esperti e anche il Governatore veneto prima di decidere.

Dal canto suo, Zaia è sembrato oggi non disperarsi all’ipotesi che sia arancione, magari non per tutto il Veneto.
Esistono dei dubbi su alcuni dei 21 parametri statali, legati, ad esempio, al rapporto tra tamponi e positivi. Il Veneto si sa, di test ne fa parecchi più di altri, anche rapidi.

Zaia oggi in conferenza stampa ha comunque sottolineato più volte come l’importante sia non abbassare la guardia: serve essere ligi e collaborativi ancora per un po’, senza pensare che un’eventuale fascia verde significhi pericolo scampato.

Giallo dovrebbe essere il Friuli Venezia Giulia.
Se per il Veneto fosse arancione scatterebbero divieti come quello di uscire dal proprio Comune se non per compravate necessità; bar e ristoranti dovrebbero convertirsi esclusivamente all’asporto – consegna a domicilio.

Il bollettino di oggi: nelle ultime 24 ore in Veneto si sono registrati 2.436 positivi in più; si trovano in isolamento 17.284 persone, 1009 in più nelle 24 ore; sono state ricoverate altre 74 persone, per un totale di 1193 oggi.
Le Terapie Intensive sono cresciute di 7 unità nelle ultime 24 ore, portando il totale a 155.
Le vittime assommano a 2478, +20 nelle ultime 24 ore.
4930 i dimessi, 45 nelle ultime 24 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button