Veneto

Covid: boom di casi in Veneto, 1.422 in 24 ore, in parte dovuto a ricalcolo degli scorsi giorni a Venezia. 14 i decessi

Mercoledì 21 ottobre, approfondimento quotidiano sull’andamento dell’epidemia Covid in Veneto, grazie ai dati estratti dal bollettino dall’Azienda Zero della Regione.

Nelle ultime 24h il Veneto registra un boom di casi Covid, +1.422 in un giorno, un dato doppio rispetto ai peggiori dati della prima ondata.
Nel nostro report di ieri avevamo parlato di rallentamento con appena 490 casi.

REPORT ORE 17 DI IERI

La Regione Veneto fa sapere che «l’importante incremento di casi è legato anche al flusso delle microbiologie da Venezia, risalente al 15 ottobre, che oggi gli informatici hanno aggiornato a seguito delle modifiche al sistema introdotte nelle ultime due settimane».
Ma il dato, si precisa, non è dovuto a nuovi focolai Covid nella provincia di Venezia.
L’impennata si riscontra soprattutto nella provincia di Venezia, +504, mentre in termini assoluti resta Treviso quella con il maggior numero di attualmente positivi.

REPORT ORE 8 DI STAMANI

Il numero totale di infetti sale a 38.265.

Come anticipato, il maggior numero di contagi giornalieri si registrano a Venezia con 495 casi, seguita da Treviso con 267, più staccata Vicenza 190, subito a ruota Padova 180 e Verona 165.
Numeri più contenuti per Belluno 63 e chiude la classifica Rovigo con solo 14 casi.

Superata ieri quota 10 mila, oggi 11 mila, per il numero degli attualmente positivi, esattamente 11.433 (+1.177). Treviso continua a guidare la classifica oltre quota 2 mila, 2328 (+234). Variazione decimale dell’incidenza del trevigiano sul totale casi veneti (20,27%).
Venezia torna a balzare in seconda posizione, 1927 (+348), segue Verona 1866 casi (+153), Verona 1866 (+153), Vicenza 1821 (+157), Padova 1815 (+177)
Ancora sotto quota mille troviamo Belluno con 902 positivi (+59).
Chiude Rovigo, con solo 175 casi (+6).

Nuovamente tragiche le ultime 24h sul fronte dei decessi, sono quattordici, il totale delle vittime tra ospedali e case di riposo sale a 2.282, di cui 1580 (+7) presso le strutture ospedaliere.

Un buon segnale arriva dai ricoveri nei reparti di malattie infettive (Area non Critica) 13 dimessi totale a 524 (-13) dei quali 439 positivi e 85 negativizzati.

SITUAZIONE RICOVERI OSPEDALI DEL VENETO

I posti letto occupati nelle terapie intensive, salgono da 61 a 66 (+5) di cui 56 positivi (14 Padova, 9 Verona, 6 Villafranca, 3 Mestre Dolo, Vicenza, Legnago 2 Belluno, Treviso, Venezia, Santorso, Schiavonia 1 Mirano, San Donà, Portogruaro, Trecenta, Camposampiero).

Capitolo Isolamenti
Cresce il numero dei soggetti in isolamento domiciliare, 13.619 (+434).

Nel Trevigiano, riprende la crescita quest’oggi del dato degli attualmente positivi, 2.328 +234 rispetto a 24 ore fa.
Stabili i ricoveri nei reparti malattie infettive (Area non Critica), totale 53 (=), 27 dei quali al Cà Foncello di Treviso, 26 a Vittorio Veneto.
Torna attiva la Terapia Intensiva di Treviso per 2 pazienti.
Inoltre ci sono n. 7 (-1) pazienti positivi presso l’Ospedale di Comunità di Vittorio Veneto.
Il totale dei decessi causa Covid avvenuti in provincia: 362 (Un decesso nelle ultime 24h).

Nel Veneziano, schizza in alto, per i motivi sopra descritti, il numero dei soggetti attualmente positivi, sono 1927 (+348).
Sette pazienti dimessi dalle malattie infettive “Area non Critica”, 97 (-7), 12 dei quali a Mestre, 27 a Venezia, 26 Dolo, 14 Jesolo, 17 Villa Salus Mestre, 1 Fatebenefratelli.
3 pazienti si trovano presso strutture territoriali, trasferite da ospedali per acuti, ospedale di Comunità di Noale.
11 (+1) in totale i pazienti nelle terapie intensive: 3 a Mestre e Dolo, 2 Venezia, 1 Mirano, San Donà e Portogruaro.
Il totale decessi avvenuti nel Veneziano sono 345 (Un decesso nelle ultime 24h.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button