Veneto

Covid/Aumentano i casi e i ricoveri in Veneto, la Regione aggiorna il piano di Sanità Pubblica. Raccomandato l’uso della mascherina

Nella Regione Veneto, così come in tutta Italia, si sta registrando un progressivo aumento del numero di casi di infezioni e, anche se in misura meno marcata degli anni passati, un graduale aumento del numero di persone ricoverate, soprattutto nei reparti di area medica (non critica).

La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha approvato un ulteriore aggiornamento del proprio Piano di Sanità Pubblica dal titolo “Aggiornamento e Rimodulazione delle Strategie di Gestione e Controllo della Pandemia Covid-19”.
Il documento parte dalla premessa che “l’attuale scenario epidemiologico è caratterizzato da un aumento dei casi di Sars-Cov-2, con l’occupazione dei posti letto che mostra un leggero aumento, senza peraltro evidenziare allo stato attuale particolari criticità.
In questo momento si sta anche registrando un rapido aumento dei virus respiratori influenzali.
Si tratta di una fase epidemiologica in evoluzione, che richiede quindi un attento monitoraggio anche per anticipare la comparsa o circolazione di possibili varianti più pericolose.
“E’ quindi importante e raccomandato – scrivono i tecnici della Prevenzione regionale – utilizzare la mascherina nelle occasioni di assembramento e nei luoghi chiusi per proteggersi dai virus circolanti”.

Per le strutture ospedaliere è previsto il rafforzamento dello screening:

Per le Strutture Residenziali per Anziani:

E’ inoltre prevista un’ulteriore attenzione alla sfera affettiva da parte delle
strutture, con la possibilità di coinvolgere i famigliari nelle attività di supporto
all’ospite e di garantire, in vista delle feste, l’uscita temporanea per i rientri in
famiglia. Al rientro dell’ospite, verranno eseguiti due test antigenici, di cui uno al
rientro e uno dopo 2-4 giorni.

Il nuovo Piano, infine, mantiene anche per la stagione in corso una sorveglianza
epidemiologica specifica in alcune scuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button