Venezia

Covid/Alla Francescon vaccinato il 94% degli ospiti: la Direzione valuta la posizione di 3 addetti che non si sono voluti vaccinare

Terminate le vaccinazioni alla Residenza per Anziani “Francescon” di Portogruaro: vaccinato il 94% degli ospiti e il 92% del personale.
Questo il bilancio del ciclo di inoculazioni conclusosi nei giorni scorsi nella struttura, realtà che come le altre è rientrata nella prima fase della campagna predisposta dal piano sanitario regionale.

Entrando nel dettaglio, su 135 anziani presenti, il 94% risulta vaccinato.
Quattro ospiti (3%) non hanno potuto esserlo per parere medico, mentre 4 sono entrati nella Residenza dopo la sessione vaccinale e per loro si procederà alla prima occasione utile. Si tratta, per questi ultimi, dei primi nuovi ingressi del 2021 alla “Francescon”. In nessun caso c’è stata l’opposizione della famiglia.

Su 127 lavoratori, invece, ha fatto il vaccino il 92%, ossia 117 operatori.
Sette di questi, il 5,5%, non hanno potuto vaccinarsi per parere medico o perché sono risultati positivi negli ultimi 90 giorni.
Tre lavoratori (il 2,5%) non si sono vaccinati per scelta e in merito a questi ultimi la Direzione dell’ente sta valutando come procedere e quali azioni adottare.

«Con la conclusione della vaccinazione», commenta Sara Furlanetto, presidente dell’Ipab “Francescon”, «abbiamo fatto un primo e importante passo in avanti. I numeri raggiunti sono importanti, soprattutto tra il personale. Ci auguriamo ora che la campagna vaccinale possa proseguire celermente anche sul resto della popolazione, in modo da poter tornare quanto prima alla normalità anche all’interno della nostra struttura, con visite senza ostacoli e la presenza, come sempre accadeva, di tante iniziative a favore nei nostri anziani. Continueremo comunque -conclude Furlanetto- a mettere in atto ogni dispositivo di sicurezza al fine di evitare il contagio, come fatto fino ad ora, seguendo i protocolli e le disposizioni vigenti».

Le visite, in queste settimane, non si sono mai fermate. Gli ospiti, entrati sempre dall’esterno, previa misurazione della temperatura e sanificazione, hanno potuto incontrare i familiari attraverso i consueti separè e divisori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button