Veneto

Covid: 3817 nuovi positivi nelle ultime 24h in Veneto il 6.98% dei tamponi eseguiti. Crescono i ricoveri nel trevigiano, attivata anche la terapia intensiva di Oderzo

Mercoledì 16 dicembre, approfondimento quotidiano, aggiornato alle ore 8, sull’andamento dell’epidemia Covid in Veneto, grazie ai bollettini dell’Azienda Zero della Regione.

Non accenna a scendere la curva dei contagi in Veneto, anche nelle ultime 24h, sono 3.817 i nuovi positivi che corrisponde alla media degli ultimi 7 giorni.
La percentuale di positività sui tamponi fatti, ha dichiarato Zaia in conferenza stampa, è del 6,98%.
Il Veneto ha superato oggi la quota dei 200.000 contagiati dall’inizio dell’epidemia Covid-19.
Per l’esattezza sono 200.607 (compresi i decessi e i guariti).

Questa volta è Verona a registrare il maggior numero di nuovi casi e di conseguenza ad indossare la maglia nera.

Il dettaglio provincia per provincia: come anticipato il maggior numero di contagi giornalieri sono stati rilevati a Verona 860 casi, seguita da Vicenza 715, Treviso 671.
Più staccate troviamo Venezia 574 e Padova 552.
A chiudere Belluno 263 casi e Rovigo 140.

Attualmente i pazienti con tampone positivo al virus sono 94.225 (+1.657).
Il maggior numero di soggetti li troviamo in provincia di Padova 19.634 (+312).
Al secondo posto, si colloca Verona 18.941 (+429).
Vicenza torna ad occupare il 3° posto con 16.562 (+255).
Di conseguenza Treviso scivola nuovamente al 4° posto con 16.487 (+142)
Un piccolo passo indietro compie l’incidenza del trevigiano sul totale casi veneti (17,49%).
Venezia con 12.181 casi in essere (+205).
Belluno 5.258 positivi (+121).
Chiude Rovigo: 2.536 casi (+54).

Sono 77 i morti a causa del Covid in Veneto nelle ultime 24 ore.
Il numero complessivo tra ospedali e case di riposo dall’inizio dell’epidemia sfonda le 5mila vittime, 5.069 per l’esattezza, di cui 3558 (+52) presso le strutture ospedaliere.

Timido segnale di discesa della curva dei ricoveri in ospedale nei reparti non critici, 2.945 malati Covid (-6), praticamente stabile quello delle terapie intensive, (-1) 372, di cui 44 Verona, 42 Padova, 24 Treviso, 23 Vicenza, 20 Villafranca, 18 Schiavonia, 17 Mestre, 15 Santorso, 16 Dolo, 13 Jesolo, 11 10, 9 Trecenta,8 Belluno, Feltre, Vittorio Veneto, Camposampiero, San Bonifacio, Negrar, 7 Venezia, Piove di Sacco, Legnago, Peschiera, 6 Cittadella, Bassano, 5 Mirano, 4 Conegliano, Montebelluna, 2 Chioggia, 1 Oderzo, Castelfranco, San Donà.

Nel Trevigiano continua a crescere il dato degli attualmente positivi, 16.487 (+142) rispetto a 24 ore fa.
Dopo i 59 ricoveri di ieri, “solo” 8 i nuovi ricoveri nelle (Area non Critica) trevigiane, (+8) i nuovi posti letto occupati nelle ultime 24h per un totale di 449, 108 dei quali al Cà Foncello di Treviso, 41 Oderzo, 17 Conegliano, 124 Vittorio Veneto, 93 Montebelluna, 50 San Camillo, 14 Motta di Livenza, 2 Castelfranco.
Sono 2 i nuovi ricoveri nelle Terapie Intensive (+2), 42 in totale: Treviso 24, Conegliano 4, 8 Vittorio Veneto, 4 Montebelluna, 1 Castelfranco e per la prima volta attivata anche 1 terapia intensiva ad Oderzo.
Inoltre ci sono n. 17 pazienti positivi presso l’Ospedale di Comunità di Vittorio Veneto e 24 presso quello di Treviso.
Il totale dei decessi causa Covid avvenuti in provincia: 731 (10 decessi nelle ultime 24h).

Nel Veneziano, i soggetti attualmente positivi, tornano leggermente a salire, 12.181 (+205).
Sono 12 i pazienti che lasciano nelle ultime 24h le “Area non Critica”, in totale 448, 74 dei quali a Mestre, 63 a Venezia, 130 Dolo, 64 Jesolo, 62 Villa Salus Mestre, 6 Chioggia, 8 Mirano, 11 Casa di Cura Rizzola, 26 CC S.Marco, 2 Portogruaro, 1 Casa Riposo Fatebenefratelli, San Donà,.
Stabili invece le terapie intensive, in totale 61, di cui: 17 a Mestre, 16 Dolo, 7 Venezia, 5 Mirano, 13 Jesolo, 1 San Donà e 2 Chioggia.
36 pazienti si trovano presso strutture territoriali, trasferite da ospedali per acuti (Noale, Nazareth e Fatebenefratelli, Stella Marina, S.Antonio Relaxxi).
Il totale decessi avvenuti nel Veneziano sono 830 (19 i decessi nelle ultime 24h.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button