Veneto

Covid 19/Zaia: non mettere a rischio le persone più deboli

La Regione del Veneto, nell’ambito delle azioni legate all’emergenza “Coronavirus”, ha disposto l’incremento di 534 posti letto complessivi in tutte le aziende sanitarie del territorio e presso le aziende ospedaliere di Padova e Verona.
I nuovi posti letto aggiuntivi sono suddivisi tra la Terapie Intensive ed i reparti di Pneumologia (Ospedali Hub) e Malattie Infettive.

Il provvedimento, per assicurare al sistema sanitario la disponibilità di un più ampio numero di posti letto in questo ambito e gestire l’eventualità di picchi tra le persone ricoverate.

Poco fa il Governatore Zaia ha esortato tutti a rispettare le regole di prudenza dettate dall’Oms, onde evitare di mettere a rischio le fasce più deboli della nostra società.
Alle 16 Zaia sarà il videoconferenza con Roma: sul tavolo, le misure che il Governo intende adottare per aiutare le categorie economiche penalizzate dall’emergenza sanitaria.

Nel frattempo, i decessi correlati al Coronavirus in Veneto sono saliti a 5.
360 le persone che in regione hanno contratto il virus (ieri il bollettino parlava di 333), 23 quelle che per questo sono ricoverate in Terapia Intensiva, su un totale di 99 ricoverati.

La provincia di Treviso è la più colpita: 93 casi accertati, mentre il veneziano ne misura 53.

Gli 11 nuovi positivi registrati dal “cluster Treviso” sono riferiti a 4 pazienti ricoverati in Malattie Infettive e a 7 persone collocate in isolamento territoriale (sei anziani con gravi problematiche di salute ospiti di Centri Servizi, una persona in isolamento domiciliare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button