Veneto

Coronavirus: Zaia, ecco perchè le tre province venete vanno stralciate dal decreto

Dopo aver inoltrato alle ore 2 di questa mattina alla Presidenza del Consiglio dei Ministri le controdeduzioni scientifiche al DPCM dell’8 marzo con la richiesta di stralcio dal decreto delle misure riguardanti le province di Padova Treviso e Venezia, dalle ore 8 di stamattina il presidente della Regione Luca Zaia sta coordinando l’Unità di crisi regionale presso la sede operativa della Protezione Civile a Marghera.
“Non è una posizione da irresponsabili o pressapochisti” ha dichiarato, criticando le misure adottate dal governo.
La Regione Veneto giudica “sproporzionato” quanto adottato dal governo che prevede l’isolamento delle province di Padova, Treviso e Venezia e ne chiede lo stralcio dal documento.

CONTRODEDUZIONI REGIONE VENETO

La posizione della Regione, ha ribadito Zaia, è una posizione documentata.
A Treviso il cluster principale è presso l’ospedale Cà Foncello, Padova paga lo scotto del contagio partito dal comune di Vò Eugaeo che è diventata la cittadina più controllata in assoluto con i cittadini sottoposti a tamponi.
Venezia, anche qui si tratta di un cluster ospedaliero, dopodichè, ha continuato il governatore, “non ci è stato modo di fare osservazioni al decreto.
Le misure, continua, “pensiamo che siano improprie allo stato attuale”.
Noi non ci sottraiamo alle misure ma chiediamo lo stralcio delle tre province.
Quest’oggi, i dati che riguardano il Veneto, contano 617 contagiati.
Buona parte sono asintomatici considerato che solo 193 hanno bisogno di cure e di questi 47 sono in terapia intensiva.
Dei 18 deceduti finora in regione, tutti presentavano condizioni di salute precaria con complicazioni pregresse.
Per concludere, a fronte di “cluster circoscritti e che non interessano in maniera diffusa la popolazione generale, non si comprende la misura varata che appare scientificamente sproporzionata all’andamento epidemiologico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button